accedi   |   crea nuovo account

IL PICCOLO CACCIATORE DI DRAGHI - Capitolo secondo

RICHIESTA DI AIUTO.
In Pangoria, la notte volgeva quasi al termine.
Le spie del Gran consiglio di Corte e gli esploratori del re avevano segnalato dei movimenti di ribelli e mercenari ad ovest della città. Nonostante ciò, le campane delle vedette erano rimaste in silenzio. Era l'ennesima calma che non permetteva ai soldati, e neanche ai cittadini, di abbassare la guardia.
In una stanza del Palazzo di Comando, la principessa Nell era riuscita a dormire solo un po' di tempo dopo il tramonto. Inutile mettersi in piedi così presto, meglio restare a letto e continuare a riposare. Aveva il viso rivolto alla finestra ed un leggero soffio di vento le accarezzava i capelli ed il volto, donandole la piacevole sensazione di freschezza che la natura diffonde in quei momenti prima dell'alba. Tanti pensieri continuavano ad accavallarsi nella sua mente, alternando momenti piacevoli a situazioni sgradevoli e pericolose. Li percepiva così intensamente che probabilmente alla fine riuscì a prender sonno nonostante gli occhi rimanessero socchiusi.
All'improvviso notò una piccola luce che si muoveva lentamente.
<< Che strano... la fiammella si è allontanata dalla candela ed ora si sposta danzando nella stanza. >> pensò nel dormiveglia.
Poco dopo quella fiammella cessò i suoi leggiadri movimenti discontinui per dirigersi lentamente verso di lei, sempre di più. Si avvicinò a tal punto che l'istinto indusse Nell ad abbandonare quella sorta di sogno misterioso, per ritornare alla realtà. Aprendo gli occhi, si ritrovò davanti una piccola fata lucente che le sorrideva, era la sua amica Ferli. L'aveva vista per pochi attimi nella grotta di Sethium, ma sarebbe stato impossibile dimenticare quella piccola creatura dalla bellezza così straordinaria.
<< Ferli! Perché sei venuta qua? >> sussurrò la ragazza, cercando di non svegliare i suoi compagni. Non essendo capace di parlare, la fatina alata rispose avvicinando al suo naso il dito indice rivolto verso l'alto, chiedendole di tacere. Lei annuì.
Ferli osservò i compagni della sua amica che dormivano in quella stanza. Poi ritornò a volare aumentando a dismisura la lucentezza delle sue ali. Iniziò a volteggiare sul letto di Cliff, su quello di Gilbert e sui letti di tutti gli altri, sprigionando una piccola quantità della sua polvere luminosa. Il suo intento era di costringerli a dormire ancora per un po'; non voleva essere scoperta. Poco dopo ritornò davanti al viso di Nell assumendo un'espressione triste e con un gesto la invitò a seguirla.
La ragazza voleva capire per quale motivo doveva allontanarsi dal Palazzo di Comando, ma l'espressione della fata sembrava suggerire che il tempo era poco per continuare ad indugiare.
Ferli volò fuori dalla finestra dirigendosi verso la radura, dal lato della grande porta.
<< Devo fare in fretta! >> esclamò fra sé la giovane.
Indossò velocemente la sua leggera armatura ed afferrando la spada si allontanò dalla stanza senza far rumore.

123456

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 17/05/2010 22:10
    Ottimo lavoro, capace di conìinvolgere piacevolmente il lettore. Bravo! Vale anche per il primo capitolo, a mio parere altrettanto interessante.
  • Anonimo il 31/03/2010 13:28
    Si, sono d'accordo con Samuele... anche il primo capitolo però non era male. Ciao.
  • Samuele Pastorino il 31/03/2010 01:49
    Complimenti ancora! Hai migliorato notevolmente "IL PICCOLO CACCIATORE DI DRAGHI" rispetto al primo capitolo ed anche in quest'opera narrazione e trama risultano molto fluidi e piacevoli. Bravo!
  • Carmelo Trianni il 30/03/2010 18:13
    "IL PICCOLO CACCIATORE DI DRAGHI" e l'ultimo dei tre "Racconti del bosco di Hern":
    "Sulle tracce del lupo bianco"
    "Ritorno di un eroe"

    Potrete trovare il primo capitolo e i due racconti del bosco di Hern, cliccando sul mio nome.
    Saluti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0