PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il controllore (Si può odiare una persona?)

Penso di si...
il controllore di oggi

sono salito in prima classe sulle nord (tutto contento per il 29 di estetica)
ma non perchè volessi far l' originale, no solo perchè la carrozza si è
fermata davanti ai miei occhi

Il treno era semi vuoto

in prima classe nessuna

Arriva il bigliettaio, gran figlio di sua madre

Mi guarda

Prende il mio biglietto

Scruta la scritta, cerca l' errore


Eccolo: 2 classe al posto di prima classe

Lui me lo fa notare io gli rispondo che non capisco il motivo per cui
dovrei cambiare classe
in quanto nessuno che aveva la prima classe era in piedi

Lui no. Insiste. Le regole sono regole

Io rispondo che tra 1 e 2 classe non ci sta nessuna differenza, son
schifose ambedue

fa niente le regole sono regole

io gli rispondo che non ne vedo il motivo

Lui dice che la prima classe è riservata a quelli che hanno il
biglietto di prima classe

capisco che questo classismo basato unicamente sul denaro è soltanto
l' atto finale della krisis del mondo moderno impiantato nel
materialismo economico.

Mi sposto

Vado in 2* classe


Non ci siamo + parlati... io e lui... lui ed io... oggetto e soggetto

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • pietro capriata il 22/08/2006 02:07
    Dai però almeno era buffa.
    CMq nn ho dato io 10...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0