accedi   |   crea nuovo account

Il senso della vita

Il senso della vita, è una frase che ho sentito tante volte. Tanti se ne riempiono la bocca. Forse perchè tanti lo cercano, lo cercano disperatamente, ne sentono il bisogno, alcuni pensano di averlo trovato alla fine di una lunga ricerca, altri pensano di averlo a portata di mano, altri ancora ne scelgono uno già bello impacchettato e pronto all'uso, molti definiscono il senso della vita la sola ricerca di esso.
Il senso della vita non esiste, è una chimera, degna di un mito greco. Se esistesse perchè sarebbe necessario cercarlo? Tutti lo vedrebbero, lo scruterebbero, lo toccherebbero, lo farebbero proprio. Tale verità sarebbe un tesoro inestimabile, come lo sono le false verità che qualcono crede di conoscere e cerca di vendere sulla strada della ricerca. Si possiamo dire che i sacerdoti di qualsiasi credo siano venditori ambulanti di verità.
Ma come spesso accade i venditori ambulanti commerciano dei falsi.
In realtà forse il senso della vita esiste, esiste solo perchè ne sto scrivendo, l'inchiostro della penna lo avvicina alla realtà e lo allontana dal mondo delle idee.
Alcuni dicono che il senso della vita sia la vita stessa. Credo che questa tesi sminuisca il valore dell'esistenza. Credo che coloro che camminano sulla via della ricerca siano figure bendate che avanzano fianco a fianco, aspettando che la strada finisca e riveli loro la sua verità, che si apra davanti ai loro occhi una luce abbagliante, una scalinata che salga fino alle stelle. Più si avvicinano alla fine della via più sono frementi e felici e pieni di fede e di speranza. Solo pochi sfortunati avanzano con gli occhi aperti e liberi su questa via, e solo questi riescono a scorgere il termine della strada, e comprendono che il nostro destino non è una scalinata di luce abbagliante, ma un baratro di terrore e nulla. Questi sono i più infelici tra gli uomini, e lo sono sempre di più ad ogni passo.
Quando capita che un bendato e un non bendato si incontrino, solo
uno dei due sostiene la sua verità, quello bendato. La sua emozione è così forte da cercare di uscire dal suo corpo e riscaldare anche il cuore del vicino. L'altro non lo contraddice, anzi lo invidia, lo lascia nella sua felicità, nella sua ignoranza, nelle sue false speranze.
Solo una cosa li unisce, il non senso, il baratro, il tempo tiranno, l'infame destino, comunque lo si voglia chiamare.
Forse è questo il senso della vità, anzi no...

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Tajvi Tum il 18/05/2010 15:20
    1- da 20 anni sono in Italia. MAI ho sentito parlare quealcuno del senso della vita-
    2-Senso della vita esiste solo per quelli che lo cercano. E solo per quelli che lo cercano esiste Eternitù perche lo cerca solo quello che è vivo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0