PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Dio

Dio esiste? Molti si pongono questa domanda. C'è chi dice di si. C'è chi dice di no. Chi avrà ragione fra le due fazioni? Quante domande! È proprio qui che volevo arrivare. La differenza fra uomini e animali. Noi ci chiediamo chi siamo, da dove veniamo. Gli animali non tendono a farlo. È perciò noi cerchiamo risposte. Ma ritornando alla prima domanda che vi ho fatto, pensateci. Ci sarà davvero un'entita superiore? Ognuno secondo il suo ragionamento. Ognuno con le sue domande. Io non credo in nessuna entità superiore, come la chiamano, Dio. Solo perchè sarebbe una risposta universale a tutte le domande che ci facciamo. A quale domanda dovrebbe rispondere? Quale enorme dubbio dovrebbe togliere? A dire la verità, ha creato più domand che risposte.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 11/09/2010 14:18
    Mi chiedo, insomma, se non fosse legittimo, con lo stesso metro, soffermarsi un attimo sull'idea che voi non esistiate. Ma un pizzicotto al braccio, un 'hey!', mi farebbe distogliere l'attenzione e dire che sì, voi per forza dovete esistere. Il punto è che dire che Dio sia Dio lo personalizza, e di fronte a qualcosa che ha un 'carattere' storicizzato ci sentiamo in diritto di poter dire e congetturare. Tuttavia, impossibile sarebbe ricondurre il tutto, creazione e creatura, a una volontà non volontà, se non altro perchè il non volere non produce proprio nulla... o dovremmo supporre che una non volontà esistente possa dar luogo a vita, sentimenti, passioni, amori struggenti? È dunque a mio parere assurdo accettare la tesi che una volontà sia assente da tutto ciò. Ora il punto è chiedersi: che cosa ne è di questa volontà. È buona, cattiva, indifferente? Sappiamo benissimo che bene e male sono comunque presenti, e un'idea puerile può farci cadere nell'inganno di una volontà superiore totalmente indifferente al bene e al male. Questo però non può essere: chi ama la vita non può amare contemporaneamente la morte, è un vizio che, se dell'uomo, non può essere ricondotto ad una vita superiore. Ne viene che Dio deve essere buono, e qualcun'altro malvagio. Le cose stesse, insomma, per come sono messe, ci portano a guardare ad una Croce (dacchè neanche il pazzo più pazzo è mai morto per una moltitudine, e se è successo, pazzo non lo si potrebbe chiamare davvero) e ad un traditore. Questa è a mio avviso la nostra storia; ed è una gran bella storia, a pensarci.
  • Tajvi Tum il 20/05/2010 13:26
    Nessuno non ha mai creato nulla. Perchè creare vuol dire aver bisogno di q. cosa. Assurdo, per un Dio, no?
    Esiste? Esiste esistenza. eterna, che cambia solo la forma. Chi è in armonia con Universo - vive. Chi no - è solo zombi non sepolti.
  • Anonimo il 18/05/2010 06:15
    Non lo so se Dio esiste. La tua non è una domanda, ma è "la" domanda, quella che l'umanità si porge da tempo immemore. Comunque il tuo ragionamento in realtà è un ossimoro, perchè dici: - Io non credo in Dio... perhè ha creato più domande che risposte- Se Dio non esiste, non può aver creato nulla. No?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0