username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

3 Gennaio

Immaginaria storia di come un neonato racconterebbe la sua nascita se fosse in grado di parlare e di come forse gli piacerebbe raccontarla se una volta imparato a parlare fosse in grado di ricordarla..


Mi chiamo Emanuele e sono nato il 03 Gennaio.
Quel giorno faceva freddo e la mamma, in sala parto per il travaglio, guardando verso la finestra, ha finalmente visto brillare il sole.
Dopo alcuni uggiosi giorni di pioggia infatti ricorda di aver sorriso pensando che quello sarebbe stato un giorno indimenticabile perchè io sarei stato il suo "nuovo" Sole.

Io non ricordo molto solo che ad un certo punto lei ha iniziato a lamentarsi, sembrava stesse male, la sua pancia ha iniziato a stringersi e dilatarsi intorno al mio corpicino e lontano lontano ho iniziato a vedere una piccola luce...

Pian piano quei movimenti sono diventati più frequenti ed intensi. Io ho iniziato a scivolare dal mio guscio e all'improvviso, spinto con forza verso quella luce accecante ho chiuso gli occhi e quasi mi è mancato il fiato..
Ero venuto al mondo!
Solo allora ho capito che la mamma si stava lamentando perchè mi stava dando alla luce.

Ad un tratto qualcosa mi ha colpito ed io ho spalancato la bocca d'istinto... ne è uscito uno strano ed acuto suono.
Era la mia voce ma io non l'avevo mai sentita prima di allora.
Sono stato preso, maneggiato, toccato ed infine poggiato su qualcosa di morbido, ho provato ad aprire gli occhi ancora confusi dalla luce e l'ho vista.. l'ho riconosciuta subito, era la mia Mamma che mi sorrideva e mi salutava!!

Dopo nove lunghi mesi, cullato dal suo tenero e rassicurante grembo materno, finalmente potevo vederla.
Non riuscivo a distinguerla nitidamente, ma ho riconosciuto subito la sua voce quando mi ha salutato ed il suo tocco quando mi ha accarezzato così come faceva quando ero nel suo pancione.

Il nostro è stato amore a prima vista, guardandoci l'un l'altra per quei brevi ed intensi istanti, ci siamo detti "Ti Amo" senza parlare.

Poi sono stato allontanato e poggiato in un posticino piccolo e caldo ma ho portato con me il suo profumo certo che l'avrei rivista molto presto..
Da allora tutte le notti lei mi ha nutrito, anche quando sfinita nel cuore della notte si alzava per allattarmi, io sentivo che mi amava.

Ancora oggi, tutte le mattine, al mio risveglio la Mamma mi accoglie con caldi baci ed un affettuoso sorriso.
Sorridere è stata la prima cosa che lei mi ha insegnato ed io non ho più smesso.

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • sara zucchetti il 27/02/2012 17:06
    Bel racconto, idea originale e scritto con splendide parole commoventi. Brava! w la vita
  • Anonimo il 12/07/2010 21:16
    Simpatico e dolce racconto. Anche se in ritardo, auguri Tiziana.
    Essere genitore è un'esperienza meravigliosa.
  • Gianmarco Dosselli il 28/06/2010 18:36
    Giova questo racconto; esalta i valori e gli ideali cristiani ( o meno) attraverso una storia dell'amore materno.
  • Anonimo il 04/06/2010 15:15
    Racconto dolcissimo e commovente! Complimenti Tiziana!
  • Tiziana D'Andrea il 22/05/2010 01:07
    Grazie a tutti per i vostri gentili commenti.
    L'idea di farla raccontare al protagonista mi è venuta una sera mentre allattavo mio figlio e ci guardavamo negli occhi. Del resto essendo stati noi stessi un tempo protagonisti forse è proprio attraverso la sua nascita che ho rivissuto l'emozione della mia che mai avrei potuto immaginare o tentare di ricostruire se non fossi diventata mamma.
  • Carmelo Trianni il 21/05/2010 23:31
    Penso che una storia così può scriverla soltanto chi l'ha vissuta, in qualità di Mamma (con la emme maiuscola come hai scritto tu)
    Sappiamo benissimo cosa succede in quei momenti, un po' per chi ha assistito alla nascita di un bambino almeno una volta, un po' per chi l'ha sentito raccontare, ma ho trovato molto bello e piacevole ascoltarlo dalla voce del protagonista, anche perchè, tanti anni fa, protagonista lo sono stato anche io
    Complimenti Tiziana!

    Saluti
  • Paola B. R. il 20/05/2010 23:40
    Una dolcissima nascita!!!!
  • Anonimo il 20/05/2010 19:44
    Una nascita tranquilla e armoniosa
    Piaciuto e scorrevole 5 stelle

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0