accedi   |   crea nuovo account

On - Off

Non sappiamo come sarebbe stata la nostra vita insieme, non voglio neppure immaginarla. Già non voglio immaginarla perché potrebbe essere motivo di rimpianti se la immagino bella e piacevole come la tua compagnia. Non lo sapremo mai, nessuno può immaginare il proprio futuro, significherebbe non avere scelte nella vita. Spero che nulla sia scritto per tutti i poveri umani, significherebbe che qualcuno ci manovra come burattini costringendoci al suo volere. Nello stesso tempo non basta volere le cose, desiderarle fortemente, almeno non vale desiderare le persone. Per desiderarsi bisogna essere in due, non basta l'amore di uno per colmare anche quello dell'altro.
Non posso nè voglio immaginare la mia vita con te, mi piace però sentire che quei pochi istanti che ogni tanto passiamo insieme, mi riempiono di gioia. Forse è questo il segreto, passare ogni tanto un po' di tempo insieme senza impegno, senza effusioni, senza carezze. Eppure dopo le sogno le carezze che avrei voluto darti, i baci con cui avrei esplorare di nuovo il tuo corpo, le sensazioni che sono semplicemente assopite, pronto a risvegliarsi semplicemente col tuo profumo. Già il tuo profumo... ogni volta che lo sento in giro, la mia mente si offusca. Devo stare attento, certe distrazioni sono pericolose, soprattutto quando attraverso la strada.
Vorrei salutarti con un semplice... ciao amore mio, ma significherebbe farti arrabbiare perché tu lo sei per me, mentre io per te non più. Lo so, sono un paraculo, l'ho detto senza dirtelo direttamente, ma non posso farci niente. Si dice che al cuore non si comanda, eppure mi piacerebbe riuscirci. Possedere il telecomando del mio cuore, per accendere e spegnere i miei sentimenti... ON... OFF.
Ciao amichetta del mio cuore.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • bruna lanza il 02/05/2012 13:05
    bellissima la tua lettera, un telecomando!... e mi hai fatto piangere per il mio amore... che non ha abbastanza amore per me...
  • clem ros il 24/02/2012 17:19
    Rispondo solo adesso, perché è parecchio che non rileggo alcuni dei miei scritti. In fondo tutto potrebbe rientrare nella propria esperienza o nel racconto verbale di qualcun altro...
  • Anonimo il 20/12/2011 14:52
    Girovagando per il sito trovo questo ultimo tuo racconto... senza commenti!! Strano, li meritava. Chissà poi perchè non hai più scritto racconti... a me è capitato il contrario... prima solo poesie, poi ho smesso di colpo.
    Tornando a on-off l'idea di poter spegnere ed accendere il cuore viene nei momenti di crisi, anche piccole, quando si soffre per amore... e tu l'hai fatto capire bene quel momento. Una curiosità: parrebbe una vera e propria lettera che hai spedito...è così?... ciaociao