accedi   |   crea nuovo account

Eva e la mela

Il peccato originale era stato compiuto.
Quali tratti accentuavano in Eva una maggiore attitudine al peccato?
Non possiamo evitare di porre un tale quesito, ben comprendendo di giungere al costrutto della dissertazione, trovandone la risposta.
Nessuna descrizione, esaminata oltre le più perspicue apparenze, accorda di ritenere Eva, maggiormente corruttibile rispetto ad Adamo.
In tutta buonafede, non possiamo affermare che fosse più superba, più avida o altro.
Era soltanto docile e bellissima.
Adamo ne ammirava la mitezza, i lineamenti sfumati, la voce gaia e gentile.
Eva maliarda e tentatrice non riesce proprio a persuadere e, d'altra parte, non è plausibile un Adamo ignaro e inveteratamente istigato!
Adamo ed Eva erano stati, entrambi, perentoriamente diffidati dal cibarsi della mela ma, eludendo i dettami divini, avevano ceduto speranzosi, alle promesse del male.
È il ''fallo di Pilato'' che rende inaccettabile all'uomo, il peso delle proprie responsabilità.
La donna perciò, fin dagli esordi più remoti, si è vista costretta a fungere da unico capro espiatorio, accollandosi alacremente il fardello più schiacciante.
Incolmabile debolezza, da parte di Adamo, non essere mai stato in grado di ammettere la propria follia!
In fin dei conti Eva, satanica creatura, sembra tradire una tempra insospettatamente vigorosa mentre, il riflessivo Adamo, si presenta in balia della più ingorda concupiscenza.
Questo era l'Eden.
Questa, del congetturare, l'inferenza.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 02/07/2010 13:19
    Mhhh... Io non saprei esattamente espormi, anche perchè non ero presente (forse neanche Adamo lo era troppo!); so solo che il totolo al contrario suna un po' come 'alè, male, ave!'. Il che è un tutto dire...
  • Michele Rotunno il 02/06/2010 19:14
    "Non ne posso più, devo sfatare questo mito. Non è stata Eva a raccogliere la mela ma lui Adamo, L'ho visto con la coda dell'occhio coglierla e lanciarla dicendo - toh, prendi bella - Dopo mi sono adeguato, in fondo sono un maschio.
    Chi sono io? Dio!
  • Anonimo il 02/06/2010 18:46
    È più colpevole il corrotto o il corruttore? E poi, dei due chi corrompe chi? Eco direbbe: questa la vexata quaestio. Non sappiamo quando e chi scrisse le sacre scritture, possiamo però supporre una cosa con discreta probabilità di successo: quale fosse il sesso degli scrittori.
  • antonio monteleone il 02/06/2010 16:20
    scrittura scientifica.. sorry
  • antonio monteleone il 02/06/2010 16:16
    Rilettura interessante della FAVOLA di adamo ed eva
    scrittura scentifica e metodica
    ma infondo l'uomo è fatto per peccare
    ultimamente soffro di endonismo latente
  • Guido Ingenito il 02/06/2010 16:06
    brava beatrice, ottima riflessione con del sano sarcasmo. è scritto veramente bene, bravissima!

    Guido

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0