PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Un lungo minuto di delirio

Il potere della perversione ha precluso e proibito possibili patti, ponendo il passato come passante per un probabile peccato. Pensare porta piccoli pezzi di perdizione che portano a pesanti pulsioni di pazzia. Passione. Rimangono ricordi, ritornano rombi. La rottura rimane e reiette rovine rimbombano rumori che rintronano.
Restare. Rosso.
Ingerire idiozie ibernate e identiche. L'innocenza è l'icona idealizzata. Idra. Momenti mai mossi dal mare della memoria. Minacce e menzogne. Morire mestamente, malvolentieri, maltrattato. Mollare nel mezzo della meraviglia mescolando miraggi. Miopia.
L'occasione odorava di opportunità. Un obiettivo osceno. Mi hai obbligato a occultare occhi e orecchie. L'odio ha offuscato oceani, da occidente a oriente.

Adesso attimi di alienazione mi armano di apprensione. Artefice di allarmi e ansie annullo albe, ancorandomi ad altri abissi. Anelli. Amplessi. Amore. Atroce arrivo. Assenza. Meno. Maledizione.
Mantengo molti miracoli. Mille. Milioni. Miliardi.
Me. Il migliore.
Hai orientato onde e ombre, offrendomi oggetti da operare. L'oasi era occupata da ogni offesa. Oddio. Oddio. Obbedire. Oppure osservare. Recintato e rotto, riassemblo resti, recuperando rami di rose e rododendri. Riesumo rarità rimanendo sulla rupe. Rinascere.
Essere l'esempio. Errare è evadere. Entro in enormi equazioni, eguaglianza esatta, esente da esagerazioni.

Tempeste e tuoni hanno tartassato tutto. Tristezza, tentennamenti. Il tempo travolge. Il tessuto traballa. Soltanto sicurezze non sempre sature sincronizzate su Saturno. Solo.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Guido Ingenito il 15/06/2010 14:28
    di pazzi il mondo è pieno Nunzio - felice di conoscerne su questo sito
    grazie Nunzio!
    Guido
  • Guido Ingenito il 15/06/2010 14:27
    io ne ho contati 12 grazie mille Paola, cerco solo modi effifaci per esprimere quello che mi passa per la testa (e per il cuore)
    grazie Paola!
    Guido
  • Guido Ingenito il 15/06/2010 14:25
    caro Michele come va la colite? tra anticristi e incubi ti conviene fare una scorta di mepral
    grazie mille!
    Guido
  • Guido Ingenito il 15/06/2010 14:23
    e brava Lau che mi ha acchiappato per la coda alla velocità del pensiero nova in una galassia tutta mia... spettacolo: un altro tesoro da conservare e proteggere
    grazie di cuore Lau
    Guido
  • Guido Ingenito il 15/06/2010 14:21
    grazie Dani, rileggerla aiuta ma devo ammettere ancor più che è un delirio ottima considerazione su solitudine e passato, ne faccio tesoro

    grazie mille Dani
  • Anonimo il 15/06/2010 10:06
    E io che pensavo di essere l'unico pazzo della compagnia. Benvenuto a bordo, Guido!
    Bravo. Bravissimo!
  • Paola B. R. il 15/06/2010 00:46
    Aspetta, aspetta fammi contare... se ho contato bene hai fatto un racconto di undici tautogrammi non c'è male per essere un lungo minuto di delirio!!!!!!
    (Ma quante ne inventi!!!!!!!)
  • Michele Rotunno il 14/06/2010 23:34
    Mi stavo riprendendo da uno stato d'ansia personale dicendomi che mi sarei rilassato a leggere un po' di racconti sul sito. Ho passato indenne gli anticristi e, dovevo chiudere li, invece mi sono attardato a leggerti visto che era corto, mi sono detto. Adesso mi devo prendere qualcosa per la colite, sai ho finito il mepral.
    Paranoico!.
    Ora va a letto e non fare cattivi sogni.
  • laura cuppone il 14/06/2010 22:25
    primo amore.. ts

    questa frase composta dall'inizio di ogni parola che apre e chiude una frase.

    ottimo!
    anche nell'intensità..
    questo delirio di solitudine
    sta per entrare in catarsi
    visto il peccato incombente
    visto il travolgere degli eventi..

    saturno é solo e... un po' matto.
    ti auguro di rinascer nova
    in una galassia tutta tua.

    ciao Guido.
    Lau
  • Anonimo il 14/06/2010 21:07
    "Delirio" è la parola giusta per descrivere questo concatenarsi di
    sensazioni, dentro e fuori... spero che rileggendolo ti abbia aperto
    la mente ad una possibile schiarita!!

    Ma la solitudine non è parte di tutto questo, piuttosto la chiusura
    sul concetto di "passato"...

    Bellissimo racconto, caotico ma molto chiaro...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0