accedi   |   crea nuovo account

Dateci un pennello

Ore 07. 40. Entro in macchina, accendo la radio, faccio un respiro e parto. La strada è già piena di gente che va. Dove, non l'ho mai capito. Eppure dicono che questa sia una città improduttiva e parassitaria. Se hanno ragione significa che queste persone escono solo per dimostrare alle proprie famiglie che hanno un lavoro. Ma si sa, a Napoli tutto è possibile. E qui a Ponticelli, periferia orientale, abbiamo tanta fantasia.
Cerco di fotografare con gli occhi ancora intorpiditi tutto quello che vedo. E questi occhi vedono colate di cemento armato, rioni anonimi sovrappopolati, lingue di asfalto grigio che sembrano abbracciarsi e soffocarmi. Claustrofobia urbana.
Passo su via Malibran e via Wolf e lì non vedo più niente. C'erano i campi rom. Qualcuno ha deciso di appiccare degli incendi. Però i rom erano stati avvisati. "Andate via che vi stiamo per bruciare le case", dissero. Sono persone educate.
Giro su via Argine e vedo così tante cose che avverto quasi l'obbligo di fermarmi per apprezzare meglio il paesaggio.. Capannoni da affittare, depositi abbandonati e marciapiedi scuri. Ma ecco che intravedo una scritta colorata che mi riempie il cuore di fiducia : Tutta la passione che meriti. E avvicinandomi quello che vedo è il nuovo centro commerciale. E dico grazie a chi ha pensato che è proprio quello che meritiamo per dare passione al grigiore.
Giro a destra su via Gianturco e penso che è meglio non vedere.
Parcheggio l'auto e spengo la radio. Questa volta decido di guardare. Fisso e senza mai distogliere lo sguardo, perché quello che guardo mi può portare in paradiso o giù all'inferno. Ed immagino di avere un pennello gigante e tanti colori a disposizione.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • rosanna gazzaniga il 23/01/2012 16:43
    Scritto con occhi disincantati, ne esce un bellissimo dipinto! Molto apprezzato, complimenti!
  • Daniela Di Mattia il 18/10/2010 19:16
    Condivido scritto e descritto molto bene piacevole da leggere
  • Guido Ingenito il 30/06/2010 17:03
    benvenuto sul sito e complimentissimi per questa prima pubblicazione.
    per me il finale vale "il prezzo del biglietto". COndivido il pensiero di Nunzio lettera per lettera.

    Guido
  • Anonimo il 30/06/2010 16:14
    Continua a descrivere ciò che vedi ed usa la tua tavolozza dei colori, la penna (virtuale) per dipingere la realtà come vorresti che sia. Sei già sulla buona strada.
    Bravo!
    Ciao.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0