PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Gelidi morsi [parte I]

PARTE I

Il suo odore... È una droga per me. Appena la vedo, appena avverto che lei è vicina non riesco a smettere di seguirlo.
Il suo odore leggero, delicato è così buono;è così irresistibile...
Le ragazze di questo secolo sono così lascive, così diffidenti; eppure aprono il loro cuore e il loro mondo proprio a chi non dovrebbero; proprio a chi in realtà vuole solo fare loro del male.
È così che incontrai per la prima volta Annah; è così che la sentii per la prima volta!
È stato proprio quell'odore ad attirarmi qui, in questa città.
È stato proprio lo stesso odore che sento ora.
Lo posso avvertire sul cappotto che ha appeso all'entrata dell'aula; sulla penna che sta appoggiando sul banco; sul compito finito che ha consegnato tra le mani della professoressa Fitz.
Ah, quest'odore mi sta facendo impazzire.
Più le sono vicino e meno riesco a controllare la mia sete.
È così strano. Questa volta è diverso dalle altre. Non può essere solo la fame a spingermi verso di lei. No, non può essere solo quello.
Ieri sono andato a caccia, sono pieno adesso, eppure il suo odore, il suo sguardo, il modo in cui si tocca i capelli... C'è qualcosa di diverso in lei. Qualcosa di irruento, sempre più incontrollabile a mano a mano che i giorni passano, a mano a mano che la sua curiosità la avvicina sempre di più a me.
Lo so che fa domande in giro;lo so che chiede di me. Lo so perchè riesco a leggerla dentro, riesco a sentirla, ogni momento.
Lo so che c'è qualcosa in lei che la spinge verso di me, qualcosa che per le sue amiche è semplice attrazione.
Non è l unica che è attratta da me. E di certo non è la prima volta che mi succede.
Sono un vampiro dopotutto. Il fascino ce l'ho nel sangue. E poi sono di bell'aspetto, quindi mi capita molto spesso di attrarre le ragazze, e non solo quelle.
Ma questa volta non è semplice attrazione e lei lo sa, sento che lo avverte dentro...
Le mie vene stanno scoppiando in questo momento. Ogni mio organo, muscolo;ogni mio più piccolo atomo chiede di lei.
La voglio. Ogni parte di me la vuole. La vuole così dannatamente.
Devo andare via. Ora! Non c'è altro tempo. Sono troppo vulnerabile a lei. Non riesco a controllarmi. È come se fossi tornato neonato. Neonato vampiro intendo!
Ricordo che in quei mesi provavo questo effetto per qualsiasi essere umano mi passasse vicino. E per vicino non intendo propriamente accanto!
Riuscivo a sentire il sangue che pulsava nelle vene di qualcuno da km. I miei sensi erano così amplificati. Lo sono ancora. Non è cambiato nulla di me da allora, non nel fisico. Ma ho superato quella fase, ho imparato a controllare le mie pulsioni omicide. Mi nutro solo per sopravvivere e senza mai uccidere le mie vittime o, come preferisco chiamarle io, le mie cene.

12

1
7 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 25/06/2013 16:41
    ... molto intrigante
    scritto bene
    complimenti..

7 commenti:

  • Philip Burns il 10/07/2010 13:25
    p. s. ah fai un salto ai miei racconti per farmi qualche affermazione stupida anche te
  • Philip Burns il 10/07/2010 13:21
    ma le mie affermazioni stupide derivano proprio da questo incredibile odio che ho verso i vampiri e pensare che quando ero piccolo ci impazzivo per le storie di vampiri! no cmq se piacciono a te ben venga la cosa importante è che scrivi cose che piacciono a te e in cui credi
  • Flowers night il 09/07/2010 00:54
    guarda che ho solo risposto in modo ironico eh. sei tu che fai affermazioni un po' stupidine, senza offesa. e cmq si hai ragione ormai come argomento è abbastanza diffuso tra cinema, serie tv e libri però a me affascina lo stesso e proprio l'idea di "essere" immortale che mi piace e quindi ci scrivo su qualcosa;poi ovvio non è che può piacere a tutti
  • Philip Burns il 08/07/2010 15:41
    madonna stai calma... e comunque sarà perchè io odio le storie di vampiri in generale... non ne posso più di vampiri con tutte le migliaia di film che hanno fatto
  • Flowers night il 08/07/2010 12:54
    il racconto parla di un vampiri secondo te dovevo inserlo nella categoria "fiabe"?!? e poi comunque questa è solo la prima parte del racconto eh!
  • Philip Burns il 07/07/2010 19:57
    uhm... non sono sicuro di averlo capito... più che altro non capisco cosa ci sia di horror
  • Guido Ingenito il 06/07/2010 15:14
    prima parte molto introduttiva. vado a leggermi la seconda - un piccolo consiglio: evita i punti esclamativi.

    Guido