username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ciò che non succcederà mai

- Benvenuti all'edizione delle 18. 30 del nostro Telegiornale, edizione che avrà come piatto forte il mio licenziamento in diretta - sorrido ammiccante verso la telecamera, il grande Gigi sta riprendendo tutto, siamo chiusi dentro e in cabina di regia c'è solo Michele.
- Verrò licenziato, non dico bugie. So che adesso lo share sta aumentando per cui in fin dei conti il mio direttore di rete non potrà che essere contento. Anzi per fargli guadagnare qualche soldino in più gli faccio quest'ultimo regalo - estraggo una pistola e la poso sulla scrivania.
Mi slaccio la cravatta e sbottono la camicia. Mi siedo sulla scrivania, sono brillante come se fossi al mio matrimonio.
- Sapete tutti chi sono. Non è vero. Non lo sapete ancora. Perchè questa è la prima volta che appaio "on screen". Sono Adelmo Vertute. 110 e lode alla facoltà di Sociologia di Trento, Master di II grado in Giornalismo con il massimo dei voti, decine di premi per mie varie pubblicazioni, una piccola gavetta e poi l'ultimo grande salto: il mezzo busto televisivo. Ho 35 anni. Mi reputo un fenomeno. Finalmente posso dire la mia attraverso il media che maggiormente coinvolge il popolo italiano: la televisione. Media che lentamente sta compiendo l'ingrato compito di lobotomizzarvi, ovvero ridurvi come vegetali, con tutto il rispetto per i vegetali.
Il mio è un mestiere che mi obbliga a informare. Far conoscere. Già. Peccato che non mi sia permesso. Cosa dovrebbe essere un telegiornale? Una trasmissione di informazione. In circa mezzora noi giornalisti dobbiamo riportare al pubblico presente ciò che succede in Italia e nel mondo.
Qua tra le mani ho la scaletta delle notizie che vi avrei dovuto enunciare. Leggo testualmente:
a) L'economia italiana è in ripresa.
b) Cristiano Ronaldo è diventato papà e lo fa sapere tramite Facebook.
c) La nuova amante di Alberto Stasi.
d) È tornato di moda il fiordilatte.
e) Partono le selezioni per il Grande Fratello 11.
f) Marcello Dell'Utri: un eroe perseguitato.
g) Cotto e mangiato, la rubrica gastronomica del nostro telegiornale.
h) Un cane rivela l'esistenza degli alieni.
i) Il ritorno di Paola Barale in televisione.
l) La nuova vita di Lapo Elkann.
m) Previsioni del tempo.
Mi vien da vomitare. Nonostante il culo che mi son fatto nel corso della mia brillante carriera universitaria e post, mi ritrovo a dare notizie su cazzate e cazzate e cazzate.
Ma tutto questo accade soltanto grazie a voi. Voi che non avete mai protestato. Voi che amate queste genere di idiozie. Voi che non volete pensare. Voi che avete dovuto aspettare me per prendere coscienza di quello che sta succedendo.
In tutto il mondo esistono più di 5 miliardi di persone. Più di 100 Stati. Attualmente sono in corso una ventina di guerre. Esistono circa trenta dittature. Più della metà della popolazione mondiale vive sotto il livello minimo di povertà. Muoiono migliaia di bambini quasi ogni ora. Bambini. Ogni ora. Bambini che non hanno Facebook per poterlo dire.

123

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

17 commenti:

  • antonio monteleone il 27/10/2010 11:06
    haha il Grand Guignol... era un teatro parigini specializzato in spettacoli macabri e violenti .. si usa questo termine quando magari succede qualcosa di un po' "splatter"
  • Guido Ingenito il 27/10/2010 01:19
    grazie Anto, felice che ti sia piaciuto
    ... Grand Guignol?
    buonanotte Guido
  • antonio monteleone il 26/10/2010 18:09
    fighissimo ... se l'avessi scritto io Grand Guignol finale non sarebbe mancato haha
    Ciao Grande!
  • Guido Ingenito il 19/07/2010 17:54
  • Gianmarco Dosselli il 18/07/2010 19:13
    Vibrante racconto! Sferzante idea! In effetti, il tg di Italia 1 ha sempre una seconda parte tutta gossip: una pesante cazzata! Sarà mica un telegiornale serio questo!
    Guido ha costruito un'analisi del telegiornale citato: analisi vera. Una medaglia di riconoscimento a Guido.
  • Salvatore Cipriano il 14/07/2010 11:41
    Bellissimo racconto che espone la demenza della tv e di chi la segue
  • Paola B. R. il 12/07/2010 12:21
    Sarebbe carino vedere la faccia di Fede mentre un giornalista propone il tutto... forse sarebbe la prima volta che oscurano il suo Tg!!! Bravo Guido!!! Bisognerebbe non accendere più la tv ma non solo per un giorno... ormai, quasi tutti i canali sono così!!!! Forse, col nuovo tg di Mentana su LA 7... sono curiosa...
  • Anonimo il 11/07/2010 16:11
    Un articolo sugli articoli... Sei bravo. Buana intelligenza e capacità di espressione. Peccato per te che vedendola così sei condannato a soffrire ogni giorno. Non sei "tele-comandabile", devi portarti questa croce. Continua a portarla finché ne senti la necessità che non sbagli. Non te lo dice uno a caso. Ciao, Nicola.
  • Bob di Twin Peaks il 10/07/2010 22:08
    Ingenito, lei è in arresto!
    -----------------------------------------------------------------------------------------------------
    ma non ti preoccupare, anche questa denuncia è stata fatta al gabibbo e non ai carabinieri
  • Guido Ingenito il 10/07/2010 12:35
    non siamo pochi, anzi sembra che siamo in molti. Mi chiedo però: dove siamo?
    bellissima l'immagine della lanterna, complimenti - certi diktat non vanno abbandonati, vanno cancellati. Continuo così eccome
    è più bello accordare che accorgersi

    buon weekend Karl, io torno settimana prossima!

    Guido
  • Anonimo il 10/07/2010 12:25
    correggo non accordo ma accorgo
  • Anonimo il 10/07/2010 00:14
    sai questo racconto come tanti altri che ho letto dei tuoi... mi gratifica perchè fino a ieri pensavo di essere un marziano in un mondo di matti... adesso sono quasi certo di essere un sano di mente in una struttura per folli... sai cosa vorrei che dicesse un telegiornale?... che l'uomo finalmente, come diogene insegna, prendesse tra le mani una lanterna e andasse in ogni angolo buio a cercare se stesso, spogliandosi di maschere e armature... la televisione la fa l'uomo... se l'uomo non ha il coraggio di abdicare da certi diktat... saremmo sempre inondati da porcate e falsità... continua così perchè leggendoti mi rigenero e mi accordo che esistono persone che sanno ancora usare la loro testa e soprattutto il loro cuore... grazie
  • Guido Ingenito il 09/07/2010 20:48
    carissimi Nunzio e Michele, avete ragione, sarebbe da fare una cosa del genere in tutti i notiziari. Ho preso di esempio quello che per me è più ridicolo.
    sperare e combattere con i mezzi che abbiamo. partiamo dalla testa.

    grazie a entrambi!
    buona serata

    Guido
  • Michele Rotunno il 09/07/2010 18:38
    Guido, ore 18, 23, Nuova edizione dei telegiornali uniti. Argomento unico. Titolo:
    L'Italia dei cachi. A voi il commento. Credo avesse ragione chi asserì "mal comune mezzo gaudio".
    Non ci resta che sperare oltre che piangere.
    Ciao.
    Michele
  • Anonimo il 09/07/2010 17:51
    Guido, hai la mia incondizionata approvazione senza se e senza ma (finalmente l'ho scritto, fa tanto figo). Ma ad una condizione ( non cogli la sottile contraddizione?).
    Che poi si prosegua con le altre trasmissioni id m... Perchè lasciare a quello studio lì l'alibi della persecuzione? Io sono con te, senza ma e senza se, se (sic) c'è posto. Continua così, forse un giorno leggeranno alle frontiere d'Italia Non è un paese per vecchi (di spirito). Ciao.
  • Guido Ingenito il 09/07/2010 17:03
    già... dove sono tutti i benpensanti? dove sono coloro che hanno capito e capiscono? basta poco, davvero poco. La storia degli aggeggi elettronici non la sapevo... brrrr... buono a sapersi.
    esatto, la menzogna non ha nomi, il nuovo metodo è chiaro e lampante: "ammattirci".

    ad esempio: ho idea di creare una petizione online per oscurare il telegiornale in questione. basta qualche click e la volontà di metterci la faccia. in questi giorni sento qualche avvocato e vediamo se ho il diritto di farlo (non si sa mai).

    a volte basta un click
    a volte basta un gesto
    a volte basta scrivere
    a volte serve una molotov

    Guido

    (grazie Lau)
  • laura cuppone il 09/07/2010 15:20
    un quinto potere da leccata di baffi oggi..
    lineare, ironico, stronzo e vero.
    un quinto potere che avrebbero oscurato subito... a studio aperto..
    ma ormai non ha nomi la menzogna..
    ai presunti matti si faceva l'elettroshock... ora ci ammattiscono così.. ma per una volta il conduttore non muore.. ma lo faranno sparire...

    per quanto riguarda la ramanzina a noi tutti ignavi é vero e me la tengo ed é poco..
    qualcuno dovrebbe farmi fare un viaggetto nella merda vera, nella povertà vera.. o in uno dei tanti villaggi dove seppelliscono la carne radioattiva.. che andrò a riprendere e scavare per mangiarla.. perchè ho fame...

    sono giorni che faccio ricerche.. che vorrei saperne di più..
    dove vanno a finire televisori, elettrodomestici, telefonini, giochini ecc una volta rotti?
    no, non al riciclo...
    sono il regalino per qualcuno che ci giocherà, beccandosi il cancro alla mia salute..
    ..
    perchè non ne arrivano un esercito di giovani uomini come te?(esercito armato di penna, intendiamoci)
    mi prometti che non cambi... se puoi.. di molto? (frase da sorella maggiore noiosa)
    spettacolo che non l'hai fatto morire!!!!!
    bacio supermega!
    Lau

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0