accedi   |   crea nuovo account

Duello

1. Io e Lei

Ti spiego come funziona.
Io sono giovane, ribelle, carino. Al liceo tutte stravedono per me, solo che...
Diciamo che ho voglia di qualcosa di diverso.
E tu sei perfetta.
Basta ragazzine dark. Basta pallavoliste.
Mi sono rotto il cazzo di sbattermi la più bella della classe.
Ora è te che voglio.
La mia dolce vicina di casa.
Tenera, innocente, casta e verginella.
Così nervosa, così anonima.
Sei una delle tante.
Così provincialotta, così banalmente nella media.
Sexy perchè ti sforzi di non esserlo.
Eccitante, sensuale e sessuale.
Così lontana dai canoni standard, così poco desiderabile dall'adolescente medio.
Così ventinovenne che ti scoperei da morire.
Ora che hai capito perchè ti desidero, posso spiegarti come funziona.
Io sono il meglio che potrai mai avere.
E tu devi svenire ai miei piedi.
Tutto qui.
Possiamo cominciare?

2. L'altro

Come vuoi che ti chiami?
Zero?
Porco?
Fortunello?
Probabilmente nemmeno ti rendi conto della donna che ti ritrovi per le mani.
Un gioiellino della noia, una pudica puttana bigotta sulla soglia dei trent'anni con la sua verginità ancora stretta tra le gambe.
Ma lo sai quant'è difficile trovare una come lei al giorno d'oggi?
Perciò ora spiego a te come funzionano le cose.
Quando ti darò il segnale, voglio che tu mi colpisca con tutta la tua forza.
Come ti pare. Dove ti pare.
Tirami un pugno sul naso se vuoi, o un calcio sullo stinco... anche se immagino che un finocchio come te prediliga gli schiaffi, vero?
Ti vedo sudare, fortunello. Dimmi, da quant'è che non fai a botte?
Hai mai fatto a botte in vita tua?
Almeno Fight Club l'avrai visto, quindi qualcosa ne sai.
Stai attento al segnale, fortunello. La tua donna ora ce la giochiamo come si faceva ai bei vecchi tempi.

12

2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Christopher Robin il 15/07/2010 21:30
    Grazie dei commenti. Non ci sono particolari interpretazioni da fare, il racconto è nato sulla prima parte, in cui descrivo l'interesse ossessivo e un po' demente che i ragazzi di una certa età provano per le ragazze più grandi. Il resto è venuto da sè.
    In origine doveva essere l'incipit per una storia più più lunga e articolata, una storia d'amore e combattimenti clandestini. Un giorno forse riuscirò a scriverla come dico io.
    Credo si noti che adoro Fight Club, sia il libro che il film.
  • Paola B. R. il 15/07/2010 17:37
    Non sarà come a Fight Club che il protagonista lottava con se stesso?
    Piaciuto!
  • Anonimo il 15/07/2010 16:39
    L'hai scritta molto bene.
    Alla fine sembra vuoi far capire che il protagonista è troppo sicuro di se e prende un colpo oltre le aspettative. Ma il calcio alle palle è un colpo da vigliacchi, perciò credo comunque che fai trapelare una visione dell'essere maschile, essere uomo, ed essere donna, essere femminile, un po' falsata. ciao
  • laura cuppone il 15/07/2010 00:46
    carissima anima candida di un christopher robin(nome azzeccatissimo per un ragazzo docile come te) purtroppo a volte bisogna ammettere che un ragazzo é un ragazzo e un uomo...
    a volte dico.. e non credo lo dimostri una rissetta...
    ok.. la sindrome poi é scattata?
    spero la donna non abbia assistito.. ma non cambia il fatto che al suo posto non avrei scelto nessuno dei due...

    carino e scritto bene, ritmo sostenuto.. sprezzante al punto giusto ( tenendo conto degli ormoni a fiotti dell'età del protagonista)
    ciao Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0