PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Lettera

Oggi è un giorno nuovo, dall'alba, dal tuo messaggio di addio, l'ennesimo, anche se questa volta sento che è diverso, questa volta sei arrabbiato, forse è quella definitiva, non mi cercherai più. Ti ho offeso, ti ho ferito, sicuro che non mi perdoni... E io non piango, non l'ho ancora fatto; forse sono stata troppo male prima, ho solo una leggera nausea da stamattina.
Mi osservo, come se potessi sdoppiarmi e scrutare dall'alto ogni mio gesto, ogni frase ogni parola, e mi accorgo che non soffro, non capisco se è solo lo strato superficiale a non spezzarsi, come se avessi uno scudo una crosta dura che non si spacca. Aspetto il boato, l'anima che si crepa e il dolore che fuoriesce a fiotti come vulcano da un cratere appena nato... ma niente, il nulla.
Ripenso alle tue parole secche e irritate, dure, che ora mi sembrano ridicoli suoni che stridono tra loro, ripenso a noi a questo tempo malvissuto insieme, ai messaggi, agli sguardi, agli appuntamenti mancati, al tuo rincorrermi e al mio fuggire, a tutte le mie lacrime trattenute e sfogate sotto la doccia; l'unico luogo indisturbato dove far straripare la tristezza...
Ti ho amato molto, e forse una parte di me ancora ti ama, ma tu mi vuoi come io non sono, non posso cambiare, non l'ho mai fatto, non rinnegherò me stessa.
In questa notte d'estate il cielo è sereno e pieno di stelle, i grilli cantano solo per me, e io mi voglio più bene.

 

0
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 05/04/2012 15:57
    riflessioni dopo una "rottura"

6 commenti:

  • Anonimo il 05/04/2012 15:58
    le ultime due righe sono molto originali, bella lì
  • Anonimo il 16/02/2011 21:29
    Complimenti, è importante volersi più bene come scrivi tu

    Suz
  • Anonimo il 12/01/2011 22:27
    Un addio che sentenzia un periodo di sola tristezza, ritrovare pace senza essere rammaricati, con il coraggio di esprimersi tranquillamente. bellissima lettera. ciao salva.
  • Michele Rotunno il 24/07/2010 20:29
    Più che una lettera mi sembra una dura sentenza. In questi casi, essendo duro con me stesso, auguro agli altri di farla diventare sentenza irrevocabile, perchè ogni scricchiolio è sintomo di crollo totale.
    Scritta bene e approfondita.
    Ciao
  • Paola B. R. il 21/07/2010 18:48
    Una lettera colma di forti sentimenti
    che coinvolgono chiunque legga... Brava.
  • Anonimo il 20/07/2010 10:25
    Bella. Finzione o realtà che sia, comunque bella. I miei complimenti.
    Ciao!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0