PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il risveglio della tenerezza (prima parte)

C'era una volta, una principessa che viveva in un bellissimo castello dorato, con i suoi genitori. Il suo nome era Catherine. Era una bella ragazza di circa 25 anni, serena e romantica. Nonostante l'alto livello sociale e la vasta ricchezza, aveva un carattere semplice, generoso e sensibile. Ogni giorno le facevano cambiare abito, aveva cameriere che l'aiutavano, personale per la pulizia e per la cucina.

Sul suo viso, c'era sempre un dolce sorriso e i suoi capelli, molto lunghi, scivolavano sul suo corpo lisci come seta e di colore biondo chiaro. Gli occhi, erano di un colore marrone chiaro, ma quando guardava il sole che brillava, diventavano color verde acqua ed esprimevano tutta la sua gioia di vivere. Fin da piccola aveva la passione per i cavalli e ogni tanto andava a fare un giro nei boschi, da sola, anche se di nascosto suo padre la faceva seguire dai cavalieri, per proteggerla da ogni pericolo. Non le successe mai nulla e con un bellissimo cavallo bianco, vestita da principessa, indossando abiti colorati e decorati, andava a fare lunghe cavalcate con il suo amico Oscar, con la quale si confidava, anche se era un cavallo e non le rispondeva.

I suoi genitori avevano già deciso, chi avrebbe dovuto sposare e lei non era d'accordo. Era una ragazza sensibile e desiderava innamorarsi di chi l'avrebbe sinceramente amata. Non le avevano ancora rivelato chi fosse il futuro marito e arrivo il giorno che gli e lo presentarono. Lei era un po'agitata e irritata, ma decise lo stesso di vederlo, non rischiava nulla e in fondo poteva essere anche un uomo accettabile e di buon carattere.
Lo aspettarono al castello dorato, mentre arrivava a cavallo e quando lo vide Catherine, non riuscì a riconoscerlo subito, anche se in realtà era un amico con cui aveva tanto giocato quando erano piccoli e con piacere. I suoi genitori lo salutarono e li lasciarono soli, lui scese da cavallo s'inchinò per salutarla da cavaliere e lei sorrise.
- Ciao! Disse avvicinandosi alla sua testolina e grattandola delicatamente unendo le dita, con confidenza.
- Ciao Daniel, sei proprio tu? Disse lei con occhi sorpresi.
- Sì sono io, ti ricordi di me! Sono contento!
- Come posso dimenticare tutte le nostre avventure e i guai combinati, siamo sempre stati amici e ci divertivamo tanto a giocare insieme!
E fu così che cominciarono a frequentarsi di nuovo. L'amicizia che li aveva legati era qualcosa d'importante. Daniel era uno splendido cavaliere biondo dagli occhi azzurri, un principe sognato e le aveva sempre dimostrato anche un bel carattere. Insieme andavano a fare lunghe cavalcate e si divertivano serenamente. Viaggiarono in posti meravigliosi, perché lei desiderava vedere il mondo e lui l'accompagnava con piacere. In posti affascinanti, dove il sole splendeva come il sorriso di Catherine e quando al tramonto, la luce della luna, si rispecchiava nei suoi occhi profondi e sinceri, Daniel la baciava teneramente. Suscitandole emozioni uniche, che scivolavano nel cuore e lo facevano battere forte, quasi fino a scoppiare, nell'infinito della gioia che si disperdeva nell'anima.

12

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • sara zucchetti il 22/07/2010 10:25
    grazie Vincenzo
  • Vincenzo Capitanucci il 22/07/2010 09:42
    Molto bello Sara... leggerò il seguito con piacere...
  • sara zucchetti il 21/07/2010 09:41
    Grazie a tutti siete davvero gentili a lasciare questi commenti! Un saluto caro Denny e caro Nunzio e per Bob non preoccuparti ci sarà anche un po' di male, MA NON TROPPO non sono capace di scrivere bene quella parte! Non mi passa neanche per la mente.
  • Anonimo il 21/07/2010 05:16
    Il castello incantato c'è, la principessa ed il principe azzurro pure, e questo è il bene. Con la zia Ellen sta arrivando anche un po' di male. Perfetto! Brava Sara, quando leggo le tue fiabe so sempre da che parte stare, senza sbagliarmi.
    Ottimo!
    Ciao.
  • denny red. il 21/07/2010 01:23
    ciao!! sara, tutto tranquillo la prima parte, catherina futura regina, si sposa, coincidenza, col suo amico di infanzia, tutto ok ma.. arriva l'amata.. zia, e ora comincia la storia.. quella vera.. aspettiamo la 2 parte ok?
    Ciao!! sara, poi.. arrivo.. vai tranquilla! sono come un miracolo, tu scrivi la 2 parte, poi.. entro nel castello, e vediamo cosa succede.. Ciaoooo!!
  • Bob di Twin Peaks il 20/07/2010 21:11
    mi raccomando mettici un po' di male (ghigno) nel prossimo episodio, Bob ha bisogno di nutrirsi...
    Sto scherzando, grazie del commento che mi hai lasciato!
  • sara zucchetti il 20/07/2010 19:15
    Grazie del commento vedo che hai già intuito qualcosa!
  • Salvatore Cipriano il 20/07/2010 18:53
    A volte le scelte dei genitori non sono sempre un'infelice imposizione, questa zia Ellen darà problemini vero?!