PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Lino e Lina con Alice e la farina

Lino e Lina, due spiritelli ex custodi di alcuni granelli di grano, che ahimè ora farina è divenuta dopo la macina al mulino, e si trova proprio sul tavolo di lavoro della cucina a noi ormai ben nota.
Lino è maschietto, con due belle ali dorate appiccicate, un cilindro per nascondere il difettuccio delle sue orecchie, veramente non ben riuscite, ma con un visino bello e simpatico, che lo rende splendente a quei raggi di sole penetranti dalla finestra a vetri colorati.
Lina è femminuccia, sua amica e compagna di vita, anch'ella con due ali dorate ed un vestitino a pois oro e bianco, un visino con un bel nasino ed una boccuccia a bacio di rose da far invidia a tutti gli altri spiritelli.
Tutto questo vede meravigliata Alice ad occhi nudi, la nipotina del gran cuoco, come ben sapete! Ma non sa se dorme o è sveglia, se è un sogno o una realtà fantastica. Osserva con molto attenzione quel mucchietto di farina, ed in realtà tra tutto quel candore saltellano due puntini d' altro colore.
La bambina prende una lente d' ingrandimento, che ha a portata di mano ed osserva di nuovo quel mucchietto di farina, e vede con sua sorpresa che quei due puntini sono veramente due spiritelli e non stanno mai fermi.

Alice:

- Chi siete piccini? Come siete carini!

Lino:

- Io sono Lino, e questa qui è Lina, la mia compagna, siamo due spiritelli che fino a l' altro ieri custodivamo dei granelli di grano, che ora si trovano come farina in mezzo a questo mucchietto.

Alice:

- Molto interessante; ma sapete che la farina, in quanto tale, se non viene lavorata, almeno per noi umani, è inservibile?

Lina:

- Cosa significa lavorata? Il processo non finisce qui?

Alice:

- Io sono ancora una bambina, ma il mio nonnino mi ha imparato a fare molte cose con la farina.

Lino:

- Ma davvero? Io ad esempio trovo molto bello saltarci sopra, ancora più bello dare la mano a Lina ed insieme fare anche salti mortali, anche tripli se vogliamo, tanto cadiamo sempre sul morbido di questa candida farina.

1234

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 15/02/2011 23:05
    Molto piacevole Don

    Suz
  • alice costa il 05/08/2010 10:44
    Bellissima favola.. ottima ricetta!!!!
    Bravissimo Don!!!!!
  • laura cuppone il 27/07/2010 12:28
    carina!!!!!!!!!!!!!
    sisi, dalle mie parti si fanno così le frittatine alla menta e pane al latte.

    buonissime!!!
    bella favola.
    Laura
  • Dolce Sorriso il 24/07/2010 22:28
    sisi molto gradevole... mi piace
    bravo Don
  • Giacomo Scimonelli il 24/07/2010 21:24
    complimenti davvero bella... la inserirei in qualche antologia scolastica ...
  • Laura cuoricino il 24/07/2010 20:20
    Originale, dolcissima, significativa... se avessi una bimba la leggerei ogni sera, prima delle preghierine!
    Grazie Don Pompeo per il gentile invito : mi sembrava di essre lì nella tua fiaba!!!
    Buona domenica a te e famiglia, Cuoricino.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0