accedi   |   crea nuovo account

L'amore di un eroe

< Prendi me. La mia vita è molto più importante della sua. In fondo sei venuto per questo.> disse Russell con fermezza.
Sarah si voltò verso di lui in preda al panico. < No! > gridò istintivamente mentre il cacciatore si rimetteva in piedi lentamente.
< è così ... romantico. Ma quello che voglio è il sangue della tua adorabile ragazza cacciatore, anche se non mi dispiacerebbe fare un piccolo giro di prova prima... devo ammetterlo Russell, hai gusto in fatto di donne... è sexy come sembra anche a letto?> Chiese il demone smaliziato, sfoggiando un sorriso sinistro.
Sarah mandò indietro l'ondata di disgusto e furia che sentì arrampicarsi lungo il suo petto e pregò che anche Russell avesse fatto lo stesso.
Il cacciatore guardò il demone Crox con disgusto e odio, nessuno poteva parlare di Sarah in quel modo... Non senza pagarla.
Digrignò i denti e lanciò il coltello d'argento che teneva dietro la cintura dei pantaloni contro Crox. Non avrebbe mai permesso a Sarah di concludere quel maledetto patto, avrebbe preferito la morte, in effetti era quello che aveva appena fatto.
Corse incontro al demone che con disinvoltura estrasse il pugnale dal suo cuore e con uno schiaffo scaraventò Russell una decina di metri lontano da lui.
< Russell!> Sarah urlò il suo nome, tentò di raggiungerlo, ma il Crox l'afferrò per un braccio e la voltò con violenza.
L'urlo di Russel riecheggiò per l'intera città, facendo rabbrividire tutte le persone che lo udirono. Il demonio aveva afferrato Sarah per la vita e l'aveva baciata con foga. Il patto era stato stipulato.
Russell spalancò gli occhi e sentì tutte le sue forze venire meno. Era finita. Sarah stava per morire e lui non aveva più nessuna ragione per continuare a combattere. Chiuse gli occhi, sperando di trovarsi in un orribile incubo, cercando di continuare a respirare nonostante il suo cuore si stesse sgretolando in mille pezzi. Fu come morire, di nuovo... ma questa volta era mille volte più doloroso.
Quando trovò il coraggio di riaprire gli occhi e di mettersi in piedi, solo perché aveva deciso di morire stringendola a sé, notò che Chris era comparso dietro il demone ed aveva lanciato nelle mani di Sarah la spada forgiata dal suo sangue. La ragazza la prese al volo e con una velocità fuori dal normale trafisse Crox in pieno petto.
Russell sentì il suo cuore tornare a battere, non poté fare a meno di sorridere.
Gli occhi soddisfatto e pieni di furia di Sarah continuarono a fissare Crox ormai agonizzante. Gli strappò l'anello dal dito.
< Vuoi stipulare un altro patto adesso?> disse con rabbia, affondando ancora di più la lama nel torace del demone che urlò di dolore mentre il sangue colava lungo la sua bocca e la sua ferita. Quando Sarah lasciò la presa e accolse con sollievo l'abbraccio di Russell che corse verso di lei, Crox cadde in ginocchio.

123

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • GUIDO EDOARDO ORBELLI il 05/10/2010 15:52
    bello, scorrevole, anche se in alcuni punti un po' scontato o poco originale.
  • elena crippa il 21/08/2010 11:57
    Scrivi bene, nonostante il tema sia super- inflazionato il racconto si lascia leggere fino alla fine.
    Magari prova a scrivere su argomenti più originali, o a metterci qualcosa che sia solo ''tuo''.
    La base è indubbiamente buona

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0