username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Caro Amico in questo giorno

Caro Amico, in questo giorno in cui mi sorridi e mi abbracci dicendomi "sei grande", io sento la mia sicurezza franare, nasce in me la paura che un giorno potrei deluderti.

Mi abbracci e mi dici "mai"

Amico mio ti ricordo che sono fatta di testardaggine, voglio sempre avere ragione e non mi piego mai a volte posso apparire arrogante e lo so bene, altre rido amara e tu sai perché.

Certo sono fatta anche di risa, allegria e ironia, credo nelle cose impossibili e questo ti diverte molto.
Ma tu lo sai che sono anche piccola? A tratti fragile...
Cosa ti aspetti da me?
Che io abbia sempre la risposta giusta a tutto?
Che io sia sempre divertente e disinvolta?
Che la mia intelligenza non possa mai trasformarsi in idiozia?
Per favore non ti aspettare nulla di tutto questo aspettati la sola cosa che meglio mi riesce fare e darti "la mia amicizia "

Scusami per miei silenzi, scusami quando mi infiammo davanti alla tua debolezza o quando mi dici che ormai non vali nulla, che per te la corsa è alla fine, ma è solo perché ti voglio bene e c'è molto per te nel mondo se solo tu le volessi davvero "cambiare le cose".

Forse può apparire come un discorso egoistico e lo sarebbe se ti dicessi che dalla tua felicità dipende la mia ma non è cosi: io rido, io vivo, io sogno anche quando la tua testa è china e scompari per nasconderti dal mondo.

Desidero che tu possa essere felice semplicemente perché ti voglio bene.
A dispetto dei tuoi discorsi bui e sebbene la tua visione della vita è lontana dalla mia ti voglio bene ugualmente, la tua felicità può essere un valore aggiunto alla mia vita per te è invece l'essenza della tua stessa vita.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • carolina verzeletti il 23/09/2010 16:50
    Grazie Vito
  • Inchiappa Vito I Song il 04/09/2010 22:18
    Bella lettera, scritta con il cuore.
    Nessuno è forte, per quanto potrebbe apparire. Degli amici si desidera la felicità e non li si illude o si delude offrendo il proprio animo, colmo di gioie e di sofferenze. Fra amici, veri amici, ci si comprende.
    Anche la testardaggine, i sorrisi amari, l'arroganza... sono comuni, non sono l'espressione di una sola parte. Nei diversi momenti della vita gli umori differiscono per eventi che interagiscono positivamente o negativamente.
    Due amici non possono e non devono essere le rispettive copie, l'uno/a dell'altro/a. È impossibile. Gli amici si capiscono e si scambiano i loro "esseri", si vogliono bene. Il nulla non esiste.
    Un abbraccio Carolina.
  • carolina verzeletti il 25/08/2010 21:50
    Grazie mille
  • Anonimo il 25/08/2010 21:23
    Un inno all'amicizia. Nobile sentimento
  • Michele Rotunno il 25/08/2010 11:32
    Una piccola gemma. L'amiciza è il sentimento più difficile da descrivere, non come per l'amore o l'odio che scaturiscono più che dal profondo da momentanee esplosioni, ma viene dal profondo e difficilmente svanisce. A volte si soffre più per un'amicizia persa che per un amore finito.
    Mi ripeto, un bel racconto.
    Ciao
  • Giacomo Scimonelli il 25/08/2010 08:43

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0