accedi   |   crea nuovo account

Lux Aeterna, il ritorno - prima parte

Circa una settimana dopo il suo ventesimo compleanno, passeggiando, Laila scoprì per caso la Valle dei Tramonti, rimase subito ammaliata dalla magia del luogo; ogni pianta, fiore, ogni singolo elemento era inondato di luce dorata. Il fatto più sorprendente era che non vi fosse un singolo sole, bensì cento, di diverse dimensioni e ognuno di loro con gran maestria andava a dipingere il cielo con infinite pennellate di colore dal rosso carminio all'arancione acceso, differenti tonalità di giallo fino al rosa pallido; le riusciva piuttosto difficile riuscire ad abituarsi a tale capolavoro della natura.
Quel luogo la ricaricava d'energia ed era così silenzioso da permetterle di ascoltare i suoi pensieri più profondi. Era certa di essere l'unica fortunata spettatrice; nonostante fosse una ragazza solitaria questo pensiero la rattristava un poco.
Come ogni pomeriggio s'incamminò attraverso il fitto bosco che conduceva alla vallata. Il sentiero era costeggiato da pini silvestri, enormi felci e rocce ricoperte da muschio umido; la distesa verde era interrotta qua e là da macchie viola e rosse di mirtilli e fragoline il cui dolce profumo si espandeva nell'aria mescolandosi a quello più selvatico della resina dei pini. Riusciva ad accorgersi di essere a metà strada perchè da quel punto in avanti il suolo era costellato da campanule blu; la forma pendente dei fiori rivolti verso il basso la induceva a immaginare che soffrissero per un misterioso e antico dolore.
Dalla cima di un pendio l'acqua di una piccola cascatella faceva da sottofondo al silenzio della selva, la sua unica preoccupazione era di non inciampare in una delle radici nodose che fuoriuscivano dal terreno.
Finalmente la sua lunga passeggiata la condusse all'ingresso della valle, desiderava giungere sino allo scintillante lago situato al suo centro per poter assistere alla maestosa danza di tinte calde all'interno delle sue placide acque.
Lo spezzarsi di un ramo e un fruscio tra le felci fecero trasalire Laila che si voltò di scatto.
Ebbe l'impressione che un flebile eco lontano la stesse chiamando per nome.
"Chi c'è?"
Domandò in tono tra il sorpreso e l'allarmato.
Nessuna risposta, solo un foglietto che le svolazzò davanti al viso per andare a posarsi tra una campanula e i suoi piedi.
Seguì con gli occhi la discesa del pezzo di carta, quasi ipnotizzata, si chinò e lo raccolse con la punta delle dita come a non voler compromettere le impronte digitali dell'autore.
L'inchiostro era sbiadito, lesse a bassa voce:


I miei Tramonti solitari
dipingono sul tuo viso
le ultime Albe Strazianti

Lo portò con sè continuando a leggere e rileggere quelle poche parole soffermandosi attentamente su ogni singola lettera come se ciò potesse aiutarla a carpirne il significato.

123

l'autore Kartika Blue ha riportato queste note sull'opera

È una specie di seguito del racconto Lux Aeterna che ho scritto quest'inverno


0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Anonimo il 25/09/2010 17:11
    Un bel racconto iniziato in maniera poetica e rilassante... certo che prima o poi arriverà qualcosa di avventuroso, lo sento. Ciaociao.
  • Marco Ambrosini il 15/09/2010 20:00
    Wow hai pensato di farci un libro o qualcosa del genere? Perchè secondo me è un'idea originale
  • tania rybak il 13/09/2010 15:48
    un inizio magnetico, brava leggerò il resto
  • Aedo il 11/09/2010 17:54
    Un'opera fantastica, che mi ha ammaliato con la sua narrazione poetica: una valle che prende l'aspetto di un sogno incantevole. E poi quei tre versi sono di grande suggestione. MAGICA KARTIKA!
    Un bacio
  • afryka *°*° il 11/09/2010 13:38
    WOWOWOWOW!! MAGICA COME SEMPRE NELLE TUE DESCRIZIONI... SEMPRE COLORATE, IMMAGINO TUTTE LE SFUMATURE DI QUEL POSTO INCANTATO, LEGGO L'ALTRA PARTE... BRAVAAA

    *°*°AFRYKA*°*°
  • Kartika Blue il 10/09/2010 14:57
    Grazie, sono contenta che vi sia piaciuta ... la calma di questa prima parte non durerà molto... e rispetto al primo ci saranno nuovi personaggi...
  • Vincenzo Capitanucci il 09/09/2010 16:40
    Magica... Kartika.. 100 soli di energia...


    I miei Tramonti solitari
    dipingono sul tuo viso
    le ultime Albe Strazianti...

    Solitudine da colmare... può essere la fine di un Universo d'Amore...
  • Giuseppe Tiloca il 09/09/2010 16:35
    Si, Oh Kartika, ricordo perfettamente l'avventuroso Lux Aeterna che era questo inverno. La descrizione iniziale richiama alla pace di un luogo eterno e naturale, come i fiori e le nodose radici citate.
    Oliver il fratello di Laila, la fata sylphie, il biglietto stranissimo... tutti si fondono in un mix molto carino in un avventura già calcata.
    E poi rimane il mistero ora. Chi vede Laila nell'altra sponda del lago?
    Bravissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0