PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Rosanna e l' UFO

Era sdraiata sul letto e faceva finta di niente, ma sentiva bene che la rimestava dentro con una sorta di arnese rigido e freddo.
Se l'aspettava, Rosanna, quella visita. Poco prima di finire il turno al centralino aveva ricevuto la telefonata di un uomo che l'aveva avvertita di stare attenta: i centralini sono il principale canale di contatto per gli ufo, che se ne servono per intercettare umane giovani e belle, localizzarle e seguirle poi fino a casa. Stia attenta, le aveva detto, a chiudersi in fretta la porta alle spalle, o l'ET la seguirà e tenterà di infilarsi nel suo letto. E una volta lì non ci sarà più nulla da fare: la stuprerà e la ingraviderà di un ibrido uomo/ alieno.
Rosanna era stata attentissima, anche salendo in auto a momenti si tranciava un piede nella fretta di chiudere la portiera.
Ma a nulla era valso. Già da un'ora l'alieno le rigirava l'utero con quell'affare gelido e smisurato. Rosanna sapeva cos' era, aveva visto in TV uno strumento simile ad uso ginecologico. Ovviamente l'ET se ne stava servendo per inseminarla.
C'è da dire però che l'idea le dava una certa soddisfazione: in televisione dicono che gli ufo scelgano solo soggetti particolari per i loro contatti.. e lei doveva essere speciale forte se l'avevano scelta nientemeno che per la fusione delle specie!
L'uomo che l'aveva messa in allarme al centralino aveva una bella voce, calda.. Avevano parlato per un pezzo dei segnali che gli alieni danno agli umani. Rosanna ne sapeva parecchio sul tema, seguiva attentamente ogni programma TV dedicato al paranormale. Anche su internet e in libreria aveva visto del materiale interessante, ma la TV rimaneva certamente il più affidabile dei mezzi informativi, per ogni argomento: lì nessuno può dire quello che vuole, c'è un'unica precisa linea da seguire che tutti devono rispettare. Ed è proprio la linea di Rosanna: quella del pubblico pagante ad ogni costo.
Quanto le stava accadendo nel suo letto insomma non la stupiva, non le era nuovo. E tanto più passava il tempo tanto più la faccenda le piaceva.. l'ufo aveva anche una certa manina delicata, adesso che ci faceva caso, e pian piano a Rosanna salì un certo languore.. come una voglia di avere tutto l'alieno dentro sé.. come mai per un uomo aveva provato! Iniziò a gemere dal piacere, a dimenarsi.. Ah mio verde principe, urlò nell'estasi, prendimi oh mio dio delle galassie!
Spalancò le gambe per permettere all'amato di penetrarla meglio e diede una pedata involontaria al telecomando abbandonato in fondo al letto. La TV si accese: sullo schermo apparve Dracula, chino su una bella fanciulla dal collo smanioso di morsi.
Rosanna rimase ipnotizzata a fissare la scena in video, chiedendosi come mai fosse senza le mutande e a gambe aperte. Di botto l'UFO, ormai superato, sparì dalla sua mente col suo gigantesco fallaccio di vetro.

Ora Rosanna non pensava che a questo: i vampiri entrano nelle case solo se esplicitamente invitati. Lo aveva sentito giusto il giorno prima in un celebre programma (TV) dedicato ai misteri.
Portò una mano al collo: sentiva un certo pruritino sotto pelle..
Il cuore le balzò in gola quando sentì un rumore da fuori, come un fruscio d'ali. Proveniva dalla finestra.
Si alzò e tremante, piena di terrore e desiderio insieme.. si accinse ad aprirla..

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Marcello Insinna il 09/05/2012 15:20
    Simpatico! Certo che Rosanna aveva un certo appetito oltre che molta fantasia!
  • Verdiana Maggiorelli il 24/11/2011 19:21
    Una vera invasata di coiti paranormali, la tua Rosanna!
    Ben scritto e ben letto. Ciao
  • ELISA DURANTE il 04/04/2011 16:48
    Suspence in crescendo e finale aperto... Complimenti! Mi hai agganciata dalla prima all'ultima parola!
  • Vincenzo Mottola il 21/09/2010 17:47
    Senza dubbio la scena è distribuita benissimo, si apre un po' per volta e sempre variando, spiazza e si fa seguire. C'è una bella nota di sarcasmo dall'inizio alla fine e la durezza(non intendo essere malizioso!) con la quale emerge è quella di un'invettiva ben mascherata, un po' nello stile delle favole greche. Comunque, analisi a parte, devo dire che mi è piaciuto questo racconto e mi piace ciò che intravedo della tua abilità, magari da mettere alla prova con qualcosa di più lungo(e ancora una volta non uso malizia!). Ciao e brava, Elena.
  • elena crippa il 10/09/2010 18:35
    Guido che bel complimento! Non c'è niente di meglio per chi vorrebbe vivere di ciò che scrive che ''centrare'' i gusti di qualcuno. Grazie, grazie e ancora grazie!!
    E grazie un milione di volte a tutti: esprimente il vostro parere sempre in modo costruttivo, ogni consiglio e ogni osservazione dovrebbero essere retribuite da tanto aiutano a migliorare..
    Veramente ragazzi, questo sito è una cosa bellissima
  • Guido Ingenito il 10/09/2010 14:36
    per me è un racconto splendido, vivace e intellettuale. Il messaggio in background lo cresci piano piano e lo spiaccichi in faccia al lettore con malizia. Molto bello!

    Guido
  • Anonimo il 09/09/2010 18:45
    Chissà se questa Rosanna... la conosciamo
    Brava Elena, scritto bene!
    6, 5


    A. R. G
  • Anonimo il 09/09/2010 14:24
    Credo che Rosanna guardi troppa TV.
    Divertente e ben scritto.
    Ciao!
  • Noir Santiago il 09/09/2010 12:55
    Ahahahah, carino, ironico e scritto bene.
  • Michele Rotunno il 09/09/2010 11:41
    C'è una continuazione? sembrerebbe di si. Comunque era preferibile l'alieno, almeno non mordeva. Ihihihih!
    Devo ammettere che hai una bella fantasia (neroazzurra). Saranno stati gli anni di costante insoddisfazione che l'hanno maturata?
    Ciao.