username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Storia di un libertino

Il treno è pronto per partire, mi avvicino lentamente.
Solo una borsa tra le spalle, sfuggo a uno sguardo, un controllore dai capelli bianchi, alto, occhi azzurri, poco importa.
Proseguo, respiro lento, non affannoso, equilibrato.
Non sono uno spacciatore finito, sono razionale nel mio agire, controllato, sereno.
Porto con me 2kg tra coca e anfetamine, ma non è un problema.
Dovrò fare solo una decina di km, sarei potuto andare in moto o con l'auto ma preferisco non dare punti di riferimento.
La mia metà è Ancona, parto dal nord Abruzzo.
Fa caldo, è inizio Giugno, non posso lamentarmi.
L'ipod fa girare il cervello che si riposa, prosciugato dalle sue preoccupazioni.
Una donna sui 35 è di fronte a me con suo figlio, è una di quelle che sta sempre in palestra col culo sodo, insomma niente male.
Lo rimprovera, il bambino non ha le palle, resta in silenzio.
Guardo fuori, silenzio, l'immagine si staglia nella mia mente, resta impressa.
Non rimuovo niente, muovo i miei ricordi, sono milioni, continuo a pensare ma sono arrivato.
Do uno sguardo alla donna, come si fa tra brave persone, e la saluto, lei ricambia con un tono di costrizione.
Scendo 2 fermate dopo.
Ancona mia sta aspettando, ma sono diverse ore in anticipo, troverò un occupazione.
Chiamo dei miei amici,"amici"più che altro miei compratori che abitano li, giusto per passare qualche ora.
"Aspettaci lì alla stazione saremo li tra qualche minuto"
Mi prendo un caffè, mi fumo 2 sigarette;e li vedo arrivare sulle loro belle BMW.
"Come stai?"
"Tutto bene, a te come vanno le cose?"
"Ce la caviamo, dai andiamo"
Saliamo in auto vicino a me un giovanissimo cocainomane, avrà massimo 16 anni, mi fa pena.
Proseguiamo a una discreta velocità verso una villa affacciata al mare.
Molto bella, c'è una gran quantità di figa, ma prima di uno scambio non me ne concedo mai.
"Quanto porti con te?"
"Qualche kg, niente di più"
"Ormai stai diventando uno importante"
"Non più di quello che sembra"
Una ragazzina mezza nuda mi porta delle droghe su un vassoio, rifiuto.
"Potresti metterti con noi, faresti ancora più soldi"
"Sai starei benissimo con voi, ma sono un tipo problematico e non mi piace prendere ordini"
"Ho capito, ho capito, sei un lupo solitario"
Un tizio mi guarda attentamente

12345678

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0