username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La giostra infernale

"Me ne devi altre cinque. Adesso vai!"
La ragazza girovagava lungo il lunapark. Il suo lento incedere era sensuale, la gonna strusciava leggera lungo le gambe, ondeggiando passo dopo passo. Si fermò davanti a un tirassegno. Si accese una sigaretta, fece un lungo sospiro e aspettò. Di solito non ci mettevano molto ad abboccare, quella sera lo aveva già fatto tre volte; altri cinque, pensò.
Un ragazzo sui venticinque anni l'aveva osservata mentre arrivava. Prese un fucile e cercando la concentrazione giusta cominciò a sparare. Lei aveva capito. Vide in lui la giovinezza, la sincerità negli occhi e si allontanò. Cercava qualcuno più subdolo, qualcuno per cui valeva la pena fare quello a cui era costretta ma, lui la fermò. Le regalò il pupazzetto vinto e la invitò a fare un giro.
Contrariamente alle altre volte si mantenne più fredda e distante, voleva allontanarlo il prima possibile.
Lui era dolce, gentile, l'assecondava in tutto.
Gli promise che l'avrebbe rivista se se ne fosse andato; niente, era accecato da lei e dunque arrivarono.
Di fronte a loro una magica giostra dai sapori antichi. Eleganti i cavalli si erigevano in una danza alternante e incantevole. Lui che voleva sorprenderla la invitò a farci un giro; lei negò con sguardo allarmato trascinandolo via, prima che l'altro potesse vederli. Non capiva e si ostinò a rimanere davanti alla giostra.
Apparve davanti a loro. La finta cordialità mascherava il maligno piacere. Era tardi ormai per tornare indietro; non avrebbe mai voluto farlo a quel ragazzo.
Salirono sulla giostra che subito cominciò l'eterno giro. I cavalli si alzavano e abbassavano al ritmo del valzer. Lui era felice, rideva sereno. Lei piangeva. E poi, ad un tratto, al quarto o quinto giro il ragazzo scomparve.

Era sempre così. Un debito eterno che pagava la notte del 31 ottobre. Otto anime da regalare all'inferno. Il suo inferno.
"Me ne devi altre quattro. Vai!"

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

22 commenti:

  • Lele M. il 29/07/2011 22:14
    Penso che ti limiti ad accennare una trama che potrebbe essere terribilmente interessante, se correttamente sviluppata. Potrai osservare, e qui ti precedo, che spesso è meglio abbozzare un racconto stringato che lasci al lettore un'inquietudine incompiuta, di cui non riesce a capire nulla se non che "c'è qualcosa di folle che non va", piuttosto che offrire pagine e pagine di retroscena e di argomentazioni che facciano da preludio. In questo potremmo essere d'accordo, ma qui viene il mio secondo commento. La trama è forte, ma il racconto no. Sembra il riassunto di qualcosa di bello che avevi in mente. Hai striminzito troppo le dinamiche di una seduttività non desiderata, hai ridotto a un sorriso beota il ragazzo che fa da vittima; hai ritratto la dannazione della ragazza in maniera sommaria (lui rideva, lei piangeva). E lo dico con tanta più franchezza quanto più ritengo di intravedere in questo tuo pezzo un barlume narrativo tutt'altro che da buttare.
  • Isaia Kwick il 04/07/2011 10:02
  • nicales tinnima il 17/05/2011 21:21
    uao davvero bello complimenti
  • Udrihel Affen il 03/03/2011 16:37
    Bell che racconto davvero raccapricciante!!
  • Massimo Bianco il 02/03/2011 22:20
    Non è facile scrivere qualcosa di significativo in così poche righe e, infatti, a mio parere non ci riesce quasi nessuno, invece tu ci sei riuscita, e senza banale lieto fine finale, per giunta, brava!
  • Desio Sicario il 07/12/2010 10:57
    Che storia! È bella intensa!
  • Valerio La Ferla il 06/12/2010 14:16
    Molto originale. Mi ha colpito (come sempre d'altronde) l'azione che il protagonista deve fare controvoglia, insomma, quando in un racconto il protagonista principale deve fare una cosa e poi si tira indietro per un motivo o per un altro... in questo caso, l'infatuazione. Secondo me da molto sapore alla storia! Complimenti!
    A presto.

    La Ferla Valerio
  • Naira Santerelli il 01/12/2010 11:20
    Mi piacciono i racconti brevi, ma intensi che lasciano col fiato sospeso. Complimenti!
  • Simone Scienza il 18/11/2010 13:12
    L'oscuro signore reclama il dovuto
    muovendo i fili dei suoi burattini
    legati alla giostra dell'oblio

    Si tocca la disperazione di quest'anima dannata
    obbligata ad assolvere il suo compito

    FANTASTICA PAOLETTA
  • Anonimo il 17/11/2010 16:46
    complimenti... anke se non rispecchia al massimo il mio genere! piaciuta
  • Claudia Ravaioli il 16/11/2010 06:56
    Piaciuto Paola e ti dirò impressionata per la capacità tua nello spazio breve!
    Complimenti!
  • denny red. il 11/11/2010 02:53
    LA GIOSTRA INFERNALE!! OGNI LANCIO.. UN GIRO IN REGALO, IL PUPAZZO é IN ALTO..
    NUMERI PERFETTI.. LUI RIDEVA LEI PIANGEVA, PAOLA, UN BREVE INFERNO, SENZA RITORNO.. QUI HAI FATTO UNA BELLA GIOSTRA!! MOLTO BELLO!!! SEI FANTASTICA!!
    BRAVISSIMA!! .. DEVO GUARDARE SE C'E QUALCHE GIOSTRA IN GIRO..
    CIAOOOOOOO!!!!! BUONA CERIMONIA!!

  • Carlo Araviadis il 06/11/2010 23:46
    Ciao Paola B. R sono nuovo qui e il tuo è il primo racconto che leggo..
    trovo la trama davvero molto interessante, tipica dei raccontini horror/ mistery, quasi alla Dylan Dog..
    Lo stile di scrittura è molto semplice e diretto, forse qualche piccola imprecisione (magari hai scritto e inserito di getto, non so) ma nel complesso carino.
    "Lui era felice, rideva sereno. Lei piangeva." è la parte che mi ha colpito di più, mi ha toccato..
    P. S.:
    Leggerò sicuramente anche altre tue opere,
    un saluto
  • Paola B. R. il 02/11/2010 23:26
    Guarda chi è venuto a fare un giro:
    Guido, con te concluderebbe la serata!!!!!
    Bob... in effetti, del male, tu ci capisci qualcosa!!!!
    Grazie ad entrambi... giro di giostra gradito!!!!
  • Bob di Twin Peaks il 02/11/2010 22:31
    dai va bene, visto che questo ti è dispiaciuto darmelo, mi accontento solo di altri due...
    (bello, il male si percepisce!)
  • Guido Ingenito il 02/11/2010 18:10
    ma che bel giro! venghino signori venghino! io vorrei essere uno dei prossimi quattro

    Guido
  • Paola B. R. il 31/10/2010 15:36
    Grazie a tutti di essere passati!!!!
    Per Halloween bisognava inventare qualcosa
  • Giacomo Scimonelli il 31/10/2010 14:12
    molto bello il tuo raconto
  • Anonimo il 31/10/2010 05:36
    È proprio così Paola. La vita è come un giro di giostra. C'è sempre la fregatura finale.
    Eccellente!
    Ciao.
  • Anna Books il 30/10/2010 23:06
    La trama è molto interessante. Si potrebbe scrivere un libro.
  • Michele Rotunno il 30/10/2010 22:31
    BRRRRR, ora ho capito che significa que BR.
    Un racconto per bambini discoli che fanni i capricci. Fa effetto?
    Ciao Paola
  • Stefano Galbiati il 30/10/2010 20:22
    raccontino breve ma molto ad effetto... mi è piaciuto molto!!!
    Domani sera vedrò di non andare su nessuna giostra, soprattutto se invitato da una ragazza

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0