username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Un giorno qualunque

Ri-costruire se stessi è l'unica possibilità che abbiamo per poter dire di aver vissuto veramente.

Io, sto giro, ricomincio da qui.
16 Ottobre 2010

Tiro fuori la moleskine, sono in taxi. Guardo fuori dal finestrino.
L'immagine è sfocata.
Fuori campagne londinesi.
Dentro migliaia di pensieri che si scontrano per poi scoppiare come bolle di sapone.

Frammenti di ricordi che si scagliano contro il petto. Mi sforzo di non pensare agli sguardi che ho lasciato in aeroporto ma a volte sembra quasi che voglia soffrire, come se fosse questo l'unico modo per respirare l'essenza della vita.

Domande su supposizioni.
Pause.
Supposizioni su domande.
Idiosincrasie.
Vertigini.
Ancora pause.
Sospiri di speranze, sospiri a scacciare le ombre.

Guardo ancora dal finestrino, la luna continua a seguirmi o almeno così avrei detto da bambina.
Il cielo è ancora lì e il mondo sembra non accorgersi di niente.
Eppure in quel preciso istante forse la mia vita sta cambiando.
O forse in effetti non sta succedendo granché.

Anche il taxi continua a lasciarsi dietro asfalto senza esitare.
Neanche una minima di idea di dove sto andando ma improvvisamente la più straordinaria consapevolezza di quello che ho lasciato e che possiedo mi riempie il cuore.

 

1
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 20/01/2014 07:38
    Il momento in cui ci si ritrova solo con carta e penna tra le mani e la voglia di ricominciare è fantastico, per chi ha avuto la fortuna di provarlo. Complimenti per come l'hai raccontato!

5 commenti:

  • STEFANO ROSSI il 12/12/2011 10:40
    sCRITTURA PERFETTA! e sono riuscito a capire quello che provi, forse erchè anch'io lo provo spesso!!!! brava davvero.
  • giuliano cimino il 11/07/2011 01:34
    libera, scrittura perfetta, immagini su immagini di scheggie di vita.. complimenti dafne, spero però che queso tuo dolore sia passato davvero con l ultima frase di questo racconto..
  • Anonimo il 03/06/2011 20:51
    Appassionante
  • Giacomo Scimonelli il 19/11/2010 09:10
    scrivi molto bene... complimenti anche x i contenuti
  • Antonio Pani il 19/11/2010 08:33
    Scritto che trasporta, che "trasmette" in modo importante. Da leggere tutto d'un fiato, per essere coinvolti in un viaggio che racconta anche un po' di ognuno di noi. Io l'ho sentito così. Mi è piaciuta molto, complimenti. A rileggersi, ciao.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0