PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La non considerazione dopo la fine di un amore

Quando la porta del cuore si chiude e nessuno può vedere all'interno è un vero tormento. Quando un amore finisce è consigliata la non considerazione. Evitare anche gli sguardi e le parole di chi si ha amato è la soluzione più giusta. Evitare dolori e tormenti inutili è la soluzione di chi non vuol appiattirsi chiedendosi sempre il perché della fine di una storia. Chi ha pianto per amore, chi è stato pugnalato al cuore, abbandonato e scaraventato nell'oblio del dolore solo così può dimenticare e continuare a respirare. Chi subisce è sempre il più debole. Non rivolgere la parola, non poggiare lo sguardo nemmeno per un istante su chi ha detto :''dimenticami, non ti amo più'', non è un atteggiamento di vendetta, e perchè mai dovrebbe esserlo!
La non considerazione fa più male a chi ha amato ed ama, e mai all'altra persona che si è liberata di un peso.
Colei che resta male davanti tale comportamento non accetta tutto questo solo perchè non è più al centro dell'attenzione.
Non è guerra ma solo auto difesa. Se non ci sono innocenti anime poi è ancora più accettabile il tutto. Solo in quel caso si può e si deve mantenere il dialogo. Solo per i figli si deve provare a parlare, ma senza loro non esiste nessun tipo di rapporto.
Anche se non moderno, questo è il mio unico e solo pensiero che mi protegge dal dolore e dal falso ipocrita sorriso di una finta amicizia.
Dopo una storia anche l'amicizia non ha vita. Anche il ciao ha un suo peso. Anche lo sguardo rimembra un pianto. Se è finita stop.
Questa è la vita. La vita che io amo e che adesso inseguo per ritornare a respirare. La vita che mi è stata sottratta adesso cerco di riconquistarla. La falsità non vincerà sui miei ideali. La falsità viene sconfitta solo dall'indifferenza.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

22 commenti:

  • Anonimo il 10/07/2013 12:01
    Ciao Giacomo,
    un pensiero banale: si ama in due e di solito finisce per volontà di entrambi. Può essere che l'intensità e la manifestazione dell'amore sia diverso nei due soggetti. Può anche succedere che la volontà di separazione sia tanto forte in un soggetto da convincere l'altro ad accettare. Il tutto per dirti che alla fine non esiste una regola ma solo un mio personale pensiero: quando ci sono figli sforzarsi di essere naturalmente riconoscenti al rapporto passato.
  • Anonimo il 02/10/2012 18:10
    Condivido quello che dici in toto... solo che, a volte, si finge indifferenza ma, dentro si sta ancora male e l'indifferenza è ciò che più aggrada a chi si è stancato di te e non ha voglia nè di vederti, nè di sentirti, quindi nuoce ancor più che lo scontro verbale. E poi, dicono che il tempo aiuta a dimenticare, ma... io ho i miei dubbi.
  • Marcello Insinna il 02/05/2012 14:27
    Sono d'accordo con te: l'indifferenza è l'unica arma per continuare il proprio cammino e mantenere il rispetto per se stessi.
  • rosanna gazzaniga il 10/02/2012 09:19
    Io non chiamerei amicizia quella parvenza di rapporto civile che dovrebbe rimanere come residuo di un amore. E personalmente trovo inutile esternare disprezzo fingendo di non vedere o conoscere la persona che ci ha o che abbiamo ferito. Questo è il mio pensiero che ha trovato sempre però, come risposta, un comportamento come da te ben descritto in questa tua riflessione. Sono sempre molto interessanti quelle che proponi, Giacomo!
  • bruna lanza il 22/06/2011 12:54
    Giacomo, stavolta non sono d'accordo, amare è donare, donare anche la libertà a chi ha finito l'amore per noi, amare è anche sopravvivere attraverso l'amicizia, farà male al principio, ma poi ci si abitua a quell'amore che così non è più...
  • Bruno Briasco il 24/03/2011 23:34
    é sicuramente un tempo al passato ma l'ho voluto leggere egualmente e anch'io devo dirti che quando chiudo, chiudo. Farà male, lo so, ma la chiusura determina una rinascita più ravvicinata, quindi... bando alle ciancie ciao e via... Ciao :ciao
  • Neveragain... il 07/01/2011 22:47
    "... scaraventato nell'obio del dolore..." Bastano queste poche parole per spiegare l'essenziale. Ti condivido pienamente Giacomo. Un abbraccio
  • Anonimo il 03/12/2010 18:32
    Come darti torto... credo che più si ama e meno facile sia accettare che il rapporto si modifichi inventando un'amicizia improbabile.
    Caro Giacomo, c'è da dire che io non sono convinto che tutti sappiano cos'è un vero amore e non sono sicuro che tutti l'abbiano provato. Ciaociao
  • Veronica CUTRONI il 01/12/2010 16:52
    sono d'accordissimo! Non può esserci nulla dopo che finisce un amore...
  • Anonimo il 30/11/2010 16:11
    Esatto, non può eseerci amicizia dopo un amore e non ha senso mantenere i rapporti.. che brano tormentato Giacomo, ti auguro di ritrovare presto la serenità
  • Don Pompeo Mongiello il 28/11/2010 12:35
    Questi sono i tipi di racconti che veramente mi piacciono, brevi, eppure dicono tutto. Bravo davvero!
  • Michele Rotunno il 26/11/2010 20:19
    Quando finisce.. finisce. Bando alle frasi ipocrite, ai ma e ai però, ai se..., basta. Chiudersi la porta dietro le spalle e, come dice Gable in Via col vento, domani è un altro giorno.
  • Giacomo Scimonelli il 26/11/2010 17:31
    grazie x il tuo parere Cristina... ma il momento non potrà arrivare... ci son cose che non possono dirsi... ed è meglio adesso mettere la parola fine definitivamente... volevo solo che il mio pensiero fosse utile anche ad altri che si trovano in certe situazioni simili...
  • Anonimo il 26/11/2010 10:05
    Non condivido alcune scelte tue, credo che dopo un amore possa nascere l'amicizia, ovviamente quando i due smettono di soffrire e di amare. Credo non sia giusto relegare le persone nei ruoli, chi ieri è stato marito o compagno, oggi può essere un amico proprio perchè non siamo ruoli ma individui.
    Ma per te è presto, arriverà il momento...
  • Giacomo Scimonelli il 25/11/2010 20:13
    sì Coccinella la vita va avanti senza ombra di dubbio... per amore non si muore... si può solo soffrire... e specialmente dopo parole chiare e nette come quelle ''dimenticami non ti amo più''... oppure ''è per il tuo bene che faccio tutto ciò''. Cara Coccinella quando si decide di lasciare una persona si dicono tante di quelle cose che potremmo stare ore ed ore ad elencarle... grazie comunque anche per il tuo commento... ricevere pareri diversi tra loro è molto importante x tutte quelle persone... uomini e donne logicamente... che hanno vissuto e vivono situazioni simili alla mia riflessione... aiuta sempre confrontarsi restando sempre giustamente del proprio parere.
  • coccinella settantotto il 25/11/2010 19:42
    Ci sono situazioni e situazioni... ma dopo queste parole''dimenticami, non ti amo più''non si puo' pretendere neanche un ciao secondo me... soprattutto se tutto succede senza nessun sentore... e mi pare di capire sia successo questo...!!!! forza e coraggio la vita va avanti !!!
  • Giacomo Scimonelli il 25/11/2010 19:13
    Cara Laura più che fare quello che ci si sente... secondo me bisogna fare ciò che è più giusto per cercare di arginare il dolore... la fine di un sentimento lascia sempre una scia di dolore... sofferenza ed astio... anche se non si vorrebbe alcune volte certi comportamenti sono utili x svariati motivi... anche se provocano altro dolore specialmente nella persona che è stata lasciata si devono tenere dei comportamenti coerenti che trasmettano la presa di coscienza che è davvero finita... bisogna far capire all'altra persona che il messaggio è stato recepito e che si andrà avanti ugualmente senza guerra o altro... ma ognuno lontano dallo sguardo dell'altro... cercando il più possibile di restare sempre se stessi... sì hai ragione... essere se stessi anche in queste scelte estreme è importante... fa male ma serve ad entrambi... grazie anche a te
  • laura marchetti il 25/11/2010 19:01
    è UNA LOTTA... OGNUNO HA LA SUA MOSSA DI DIFESA, L'IMPORTANTE E ESSERE SE STESSI E FARE QUELLO CHE CI SI SENTE...
  • Giacomo Scimonelli il 25/11/2010 18:01
    Loretta non è il fatto di essere stati presi in giro il problema... un sentimento può anche finire... ma i sentori non sono improvvisi... quindi si doveva avere la forza di farlo prima.. al primo sentore della fine dell'amore... nessuna guerra civile... io evito te... tu eviti me... e basta. È semplice... tranquilla che non essere considerati non fa male a chi non ama più... sai xchè brucia? non stare più al centro dell'attenzione e sul piedistallo pesa in alcuni casi... e poi si vorrebbe che colui che è stato abbandonato si convincesse della scelta giusta di chi ha lasciato. Se è finita è finita e basta... l'amicizia si può cercare altrove... il saluto non è obbligatorio anche se ineducato non esiste se questo saluto fa male... sbaglierò a pensarla così... ma il mio pensiero e consiglio in alcuni casi è solo questo. Solo così ci nsi può rialzare e far cicatrizzare le ferite del cuore. Grazie anche a te Loretta x il tuo commento onesto e sincero.
  • loretta margherita citarei il 25/11/2010 17:48
    non è più debole chi ama, comunque non concordo: la non considerazione brucia a chi ti ha scaricato come tu fossi un peso, la morte civile brucia molto, credimi, concordo invece su lo stop, niente amicizia, se si è stati terribilmente presi in giro riflessione piaciuta
  • Giacomo Scimonelli il 25/11/2010 17:30
    hai pienamente ragione Monia... sicuramente dipende dalle singole situazioni.. ed è vero che anche un ciao può arrecare ulteriore dolore a chi ha sofferto come un cane... chi ha pianto e sofferto non potrà mai odiare chi ha deciso di dire basta... chi ha sofferto è perchè ha provato un sentimento vero... ma può di certo decidere di non considerare se anche un cenno gli fa ancora male... bisogna ricominciare... e x ricominciare si deve cercare di cancellare tutto in alcuni casi dell'altra persona... tutto.. soluzione estrema?? Credimi Monia in alcuni casi è necessaria... anche se fa soffrire chi la mette in pratica... grazie x il tuo commento pulito ed onesto
  • Monia Ghesini il 25/11/2010 17:15
    Dipende sicuramente dalle singole situazioni.
    È vero, in alcuni casi anche un ciao può avere il suo peso ma non tutte le storie finite portano a misure di questo tipo.
    Tutto è oggettivo; purtroppo anche gli amori finiscono, per quanto dolore possano dare, bisogna ricominciare!!!
    Un abbraccio sincero!!! Ciao Giacomo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0