PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Amore, eppure, ti amo

Accadde un giorno, una mattina, un'ora. Che mi persi, mi ritrovai, mi ripersi e mi ritrovai completamente svuotata. Svuotata eppure così limpida e nuova. Nacque improvvisamente una nuova "me". Si cambia così rapidamente nella vita, non posso non odiare la gente che mi dice: "Sei cambiata! Ma che hai fatto? Torna quella di prima!" o "Non cambiare mai".
Cambiare è anche migliorarsi, cambiare è anche avere coraggio, come pretendono che tu non cambi? Siamo tutti diversi, passano giorni, mesi, anni e cambiamo! E la gente ti chiede perchè! Che gente stupida. Che gente infantile e con poca apertura mentale. Si deve cambiare per migliorarsi. Che poi, scoprii che quelli che mi volevano vedere come sempre e non cambiata, furon proprio quelli invidiosi, avari, egoisti e gelosi, che abbandonarono la mia via, cambiare è crescere.. e c'è chi di vederti crescere e migliorarti non ne vuole sapere.
Lasciai parlare tutti, io, che mi preoccupavo di tutto quello che dicevano, improvvisamente lasciai correre tutti, li lasciai parlare, non importava più nulla.
Se tutti puntano dove ti fa male vuol dire che hai dato a tutti la possibilità di scoprire dove ti fa male. E non è cosa da poco, i punti deboli sono micidiali, e così le tattiche di manipolazione.
Dove sei finito? Anche tu mi manipolavi, amore.

Amore, eppure, ti amo.



Accadde un giorno d'inverno, che m'alzai tutto affannato per correre a scuola. Un giorno, anni. Ma si sa che gli ultimi anni sono i più difficili, io non avevo voglia di alzarmi presto, prepararmi, mangiare e correre in un posto del quale non mi attirava nulla se non due materie. Due materie su 15-16, preferivo di gran lunga farle da solo per conto mio, senza dovermi subire ogni mattina, le maschere di tutta la gente, le maschere di cemento che indossavano. Che pena. Nessuno fa il gentile per niente, ricordalo, amore.
Neanche tu la facevi per niente. Sei così cambiata. Dove sei finita?

Amore, eppure, ti amo.

 

2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Federica. il 13/12/2010 13:59
    Cara Veronica, ti ringrazio IMMENSAMENTE... grazie, sai che è una delle frasi che piace di più anche a me???
    Grazie!:*
  • Veronica CUTRONI il 13/12/2010 11:12
    a me nonostante tutto è piaciuta molto... mi è piaciuta tantissimo la frase "Se tutti puntano dove ti fa male vuol dire che hai dato a tutti la possibilità di scoprire dove ti fa male"... verissimo!
  • Federica. il 10/12/2010 20:54
    Hai ragione, scritte d'impulso sicuramente. Già, per fortuna si cresce e si migliora. Grazie
  • Fuvell Altego il 10/12/2010 19:01
    Racconto sicuramente scritto d'impulso. Vedo un grido d'orgoglio e di dolore. Parole e frasi in un susseguirsi di respiri manifestazione incondizionata del proprio essere anche nella coerenza del cambiamento, naturale oso dire, perchè si cresce.