username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Un amore sottile

.. Vorrei che mi amassi di un amore sottile. Un amore di quelli che si insinuano tra le cose, tra gli oggetti e negli spazi. Un amore cosi sottile da penetrarmi la pelle e le ossa, fino a modificarmi i geni.
Vorrei che mi amassi di un amore silenzioso, il silenzio di quando sei in spiaggia sono le 20. 20 e sono già tutti a casa a farsi la doccia, e tu non riesci ad alzarti dalla sdraio, e ti culla il mare.. e ti culla il vento..
Vorrei uno di quegli amori che quando li vedi dici: vorrei che fosse mio.
Vorrei che ad ogni frase da me espressa tu ne completassi la fine, tu ne scorgessi i significati profondi, vorrei che la scomponessi semioticamente fino a rintracciarne le strutture sintattiche primordiali.
Vorrei che quando parli, quando dici qualcosa, e gli altri ridono, io so che non c'è da ridere. So perché l'hai detta, conosco esattamente ogni impercettibile passaggio che ti ha portato a partorirla.
Mi piacerebbe sapere che ogni cosa che faccio tu la sappia già. Mi piacerebbe esserci in tutto quello che fai.
Vorrei che ti stupissi con me del mondo. Dei colori. Del sudore. Della gente che cammina e ha la propria vita e i propri problemi. Vorrei che ti stupissi di noi, ancora, sempre. Vorrei che ogni giorno fosse un dono speciale, io ogni mattina prima ancora di aprire gli occhi sorrido perché il primo respiro è per te.
Mi fa tremare tutto, e a volte non riesco a tremare per paura di tremare troppo. Mi fa tremare una canzone, mi fa tremare pensare ad una canzone, accendere il lettore e nel causale attivato arriva proprio quella.
Mi fa tremare l'aria. Quando mi prende da dietro la schiena e mi viene le pelle d'oca, mi fa sorridere la pelle d'oca.
Vorrei riuscire a farti ancora stupire dei miei occhi, di quando ti guardo e mi si riempiono di lacrime. Vorrei che la mia pelle riuscisse ancora a scuoterti risentendone l'odore. Vorrei che mi annusassi e che pensassi che è l'odore più buono del mondo, più di tutti i fiori.
Vorrei che da solo, mentre lavori, ti venisse in mente il mio sorriso e iniziassi a ridere, soprattutto perché sai che io faccio lo stesso in quel preciso momento.
Vorrei che i miei baci fossero per te caldi come le colazioni portate a letto la domenica mattina, su un vassoio che contiene tutte le cose che più ti piacciono.
Vorrei incastrarmi al buio nel tuo corpo, vorrei che a vicenda ascoltassimo i respiri, sapendo che siamo Noi, che non c'è Altro. Che l'altro non esiste, e che io esisto solo nei tuoi occhi.
Vorrei stare sdraiata con te su un prato verde, con le farfalla e gli insetti che ci volano attorno, immersi in mille colori a cercare le forme alle nuvole.
Voglio ascoltarti respirare piano, voglio che tu ascolti respirare me, sapendo che quello è il ritmo della tua giornata, vorrei che fossimo nuvole e lenzuola. Vorrei che facessimo l'amore come fosse la prima e l'ultima volta insieme. Vorrei girarmi e come una volta ritrovare i tuoi occhi posati su di me, che mi fanno sentire protetta, al caldo, che mi fanno sentire viva, che mi fanno sentire come l'arcobaleno dopo la pioggia.
Voglio ritrovare la quiete nelle tue mani, voglio ritrovare la pace nelle tue carezze, voglio ritrovare il mio riparo nel tono della tua voce, voglio ritrovare me nei tuoi gesti, voglio mostrarti quanto tu sia nei miei. Voglio vederti arrivare da lontano e correrti incontro facendoti cadere per rotolare.
Vorrei che mi amassi di un amore che non esiste se non per noi, e perciò sorgesse il bisogno di inventargli un nuovo nome, perché si amano tutti, ma io e te siamo Altro.
Vorrei tu fossi tutto l'Altro del mondo. Vorrei tu fossi dentro e fuori me. Vorrei tu fossi il cielo, vorrei tu fossi un foglio quando ho voglia di scrivere.

 

2
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 16/09/2013 19:25
    Donato, ma che commento è... fatti visitare, te lo consiglio... guarda che tu non sei completamente a posto... che commenti fai?... cerca di essere serio, hai rotto le scatole.
  • Donato Delfin8 il 16/09/2013 19:05
    e chi risponderà

    CB o Colosio
  • Anonimo il 16/09/2013 18:30
    Scusi michelle, a chi chiede questa cosa?... e poi, perché mai su questo racconto?... per la cronaca io sono Colosio Giacomo... forza, si faccia capire. Un saluto
  • michelle il 16/09/2013 18:00
    Scusate, conoscete un modo per cambiare ortografia??? Non ci capisco nullaaa!
  • Michele Rotunno il 08/12/2010 17:59
    Giacomo stai quieto, quando senti parlare di spiaggia parti per la tangente. Scusate ma ho appena finito di leggere un altro pezzo..., indovinate quale?
    Comunque mi associo a Giacomo, e poi chissà qualche briciolina... ahahahahah!
    Seriamente, nei racconti di sfogo per l'amor puro riesco solo ad essere critico per lo stile e la forma, per il contenuto preferisco stare alla larga altrimenti sarebbe come violare una coscienza e la cosa non mi piace per niente.
    Brava.
  • Anonimo il 08/12/2010 16:15
    Mi hai convinto... te lo meriti quell'amore e sono certo che lo troverai proprio così. Molti diranno che è impossibile ma io ti dico che se è quello che vuoi lo otterrai e se non sarà proprio come lo descrivi(assai bene) in questo brano la tua forza lo farà diventare proprio così.
    C'è forza in questo brano... convinzione... anticonformismo pure nelle immagini stereotipate dell'amore. ciaociao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0