accedi   |   crea nuovo account

Mestieri

C'è chi di lavoro fa il muratore, chi il macellaio.
Lui spiava emozioni.
Si appostava all'angolo delle strade e cercava nei volti dei passanti una testimonianza dell'esistenza.
Come un pirata, si avvicinava con apparente leggerezza e
scrutava nel loro volto il bottino da rubare.
Vecchi oramai soli, innamorati sognanti, mogli deluse o arrabbiate,
gioia di bambini chiassosi.
Il suo vascello era un'espressione indifferente, quasi non appartenesse a quell'umanità.
Era l'unico modo di sentirsi ancora vivo.
Quel giorno, forse per la brezza sottile, o la musica soffusa,
guardò la sua immagine, riflessa dalla pozza d'acqua e
riconobbe l'espressione nota.
Da allora, cambiò lavoro.
Qualcuno sostenne che il precedente gli fosse oramai divenuto insopportabile.

 

l'autore Dino Borcas ha riportato queste note sull'opera

in: Dino Borcas - Piccoli crimini quotidiani - Ed. Il Ponte Vecchio, Cesena 2008
informazioni sul libro e altri brani in http://dinoborcas. it
27 video su www. youtube. com, con ricerca: Dino Borcas


0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 21/05/2011 12:16
    carino, bella l'idea, forse si poteva sviluppare di più, ma come è già stato detto, hai il dono della sentesi. evidentemente è il tuo stile. bravo!
  • Dino Borcas il 04/03/2011 00:59
    come ultimamente succede spesso qui, non si riesce ad associare il video su youtube (con musica ed immagini); può essere visto in:
    http://www. youtube. com/watch? v=Dd8cb2csfsA (togliendo eventuali spazi vuoti dal link) o
    con ricerca Borcas mestieri...
  • Michele Rotunno il 10/12/2010 13:38
    Condivido con Giacomo, fino all'ultima lettera. Lui non ci prova inon ci penso. Bravo.
    Ciao
  • Anonimo il 10/12/2010 07:33
    Originale, ben scritto e con una sintesi che ti invidio... oddio, non è che io non ne sia capace, non ci provo nemmeno.
    Eppoi mi garba quel sottofondo velatamente poetico dei tuoi brani... bravo Dino. ciaociao
  • Dino Borcas il 10/12/2010 00:02
    rispetto al libro il testo è stato impaginato in modo differente (per rispettare le regole di Poesie e Racconti riguardo i racconti).
    La versione del libro può essere letta in: http://dinoborcas. it
  • Anonimo il 10/12/2010 00:00
    Breve, breve, simpatico e scritto bene...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0

- Il video di quest'opera -