username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'amicizia... Quella vera

Vi siete mai chiesti cos'è l'amicizia e perché sia tanto importante per la nostra vita?
Ed ancora, perché mai senza i nostri amici tutto diventi tanto difficile?
Semplice...
Loro sono oro per noi. Sono i nostri sorrisi, le nostre battute, i nostri scherzi, i nostri giochi, la nostra vita.
Senza di loro non sapremmo vivere. Ci sono sempre quando ne abbiamo bisogno, non ci abbandonano mai, ci sono sempre accanto in ogni momento della nostra vita. Perché loro sono i veri amici e chi li trova trova un tesoro...
Di loro possiamo fidarci. A loro possiamo dire tutto, confidare le nostre paure, i nostri segreti.
Con loro possiamo condividere i sogni; vi sembra poco?
Sono loro che asciugano le nostre lacrime. Anzi, per merito loro forse non le verseremo mai. O quasi.
Gli amici veri sono pronti a ridere, giocare, scherzare con te. Sono sempre sinceri, anche a costo di ferirci. Sempre pronti a correre in nostro aiuto possono mollare tutto, per venire da noi. La vera amicizia è quella che io ho per loro, e loro per me. È una cosa bella come l'amore e solo chi la prova sa cos'è.
Gli amici sono quelle persone con le quali passi ore ed ore al telefono anche se vi siete appena lasciati.
Sono quelle persone che ti possono anche far fare figure di cacca con il tuo lui o la tua lei. Sono quelle persone con le quali fai cavolate in continuazione. Sono quelli che chiami Amore, Tesoro, Cucciolo, Vita.
Sono quelle persone che non ti hanno mai lasciato, anche quando pensavi di essere sola e tutto sembrava andare storto. Sono quelle persone che ti consigliano e ti fanno capire dove sbagli. Sono quelle persone che sono come sorelle o fratelli, per te.
Per loro daresti la vita, perché sai che la tua vita senza la loro non avrebbe senso. E loro, per te, farebbero lo stesso.
Le vere amiche o i veri amici sono quelli insieme ai quali ti diverti a prendere in giro gli altri, sono coloro che, se c'è da fare a botte, non ti lasceranno mai sola, ma verranno sempre con te.
Sono quelle che ti camminano accanto, e non dietro o avanti. Se ti dicono Ti amo, è perché lo pensano davvero. Si, perché l'amicizia è un amore, grande, eterno; è un sentimento per tutta la vita.
Gli amici sono quei pervertiti con i quali trovi doppi sensi in ogni frase. Ti sorridono sempre e sono sempre pronti a farti sorridere.
Sono coloro che ti ricordano che la vita è bella, proprio perché ci sono loro. Sono quelli con i quali giudichi il culo dei ragazzi o delle ragazze che passano, per scherzo.
Loro sono quelli con i quali spari le peggio cavolate, basta guardarsi in faccia per ridere, senza alcun motivo. E poi, con ironia, ti dicono: "Puzzi, anzi puzziamo insieme".
Loro sono quelli che ti sopportano quando gli fai due scatole tanto sul ragazzo o sulla ragazza che ti piace. Sono coloro che hai paura di perdere. Sono coloro dei quali sei gelosa da impazzire.
Con loro non vorresti mai litigare, anche se a volte succede. Sono quelli con i quali ti insulti, con i quali ti trucchi o ti scambi vestiti.
Sono coloro che ti dicono: "Sei bellissima", anche se in realtà scapigliata, struccata e in pigiama e ti senti brutta che non ti puoi vedere. Sono coloro che ti addebitano chiamate, che si imbucano a casa tua senza nemmeno avvisare.
Sono quelli che ti fanno ridere nei momenti meno opportuni, che sanno tutto di te e conoscono ormai alla perfezione ogni tuo difetto, ogni tuo pregio.
Sono soltanto i veri amici che ti capiscono al volo, senza neanche parlare. Sono LORO la VITA ♥

 

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 17/12/2010 07:23
    Dopo la modifica il brano non è male davvero... forza, continua cosi e piano piano noterai i miglioramenti... ciaociao
  • Anonimo il 16/12/2010 08:57
    Cara Sara... sedici anni, madonna!!! Sono stato insegnante ed in parte lo sono ancora e con le scoregge di passerotto( cosi chiamavo i miei allievi) mi ci trovavo bene bene.
    Ero più matto io di loro... quindi nessun problema di dialogo generazionale.
    Ecco quindi che mi permetto di parlare come fossi uno di quei tuoi amici... che sballo il tuo racconto, in tutti i sensi.
    Si, perchè il contenuto è buonissimo, i pensieri che esterni hanno una forza ed escono come un geiser dal fondo del cuore... sballo positivo, questo, come quello che può dare una caramella alla menta, fresca e frizzante.
    Ma la forma, cara la mia Sara... non voglio bocciarti definitivamente, ma ti dico che anche quella è uno sballo nel senso che hai "sballato" la lingua italiana riducendo l'impatto emotivo che avresti creato nel lettore se solo tu fossi stata un pochino più attenta, concentrata ed avessi riletto il brano.
    Peccato, perchè un tuo ingresso in PR con una bella attestazione di quella che per voi " scoreggine di passerotto" è l'amicizia vera, sarebbe stata veramente un bel biglietto da visita. Avrebbe aperto gli occhi a noi vecchi scrittori che abbiamo fatto le guerre puniche su come evolve nel tempo il concetto di amicizia. È la tua una importante testimonianza!!!
    Non è che serve molto a correggere la forma... qualche trucco, un po' d'attenzione e la voglia di rileggere il proprio brano.
    Io voglio incoraggiarti a scrivere e ti faccio una proposta... se l'accetti ne parliamo.
    Vuoi una prova di come si poteva scrivere il tuo pezzo? Allora mi metto d'impegno e lo ricrivo di sana pianta con i relativi consigli. basta che mi dici un "si" e te lo mando... dammi solo tempo. ciaociao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0