PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Amicizia di zucchero

Descrivere la mia migliore amica in una parola sarebbe impossibile, perché dire semplicemente amicizia non basta, dire amore non basta e dire vita non basta.
Barbara l'ho conosciuta in un particolare periodo della mia vita, mi ero appena ritirata dal quarto anno di ragioneria, i miei genitori si erano appena separati e mi sentivo incredibilmente sola. Non avevo grandi amicizie e per questo non riuscivo mai a sfogarmi.
Al tempo ero insieme ad un ragazzo ed una sera mi ha presentato la sua compagnia; subito abbiamo iniziato a parlare, soprattutto con Barbara e ci siamo trovate immediatamente bene insieme, io avevo 17 anni, lei 14.
Ho iniziato ad uscire con questo gruppo e prima di uscire passavo sempre a casa sua dove mi ricordo che tante volte mi aspettava fuori dall'ascensore e appena uscivo mi abbracciava forte.
Anche con sua mamma mi sono trovata subito d'accordo, infatti ora dopo 5 anni è la mia seconda mamma. Uscivamo sempre non appena il lavoro me lo permetteva, passavamo intere serate nel garage di una nostra amica a giocare ad uno e scala 40.
Quel periodo ero nella terra di mezzo, come lo definisco io, ovvero non parlandosi i miei genitori riuscivo a gestirmi le serate come e dove volevo. Certe notti c'hai qualche ferita che qualche tua amica disinfetterà, un cantante citava così alcuni notti, io con Barbara ne ho passate moltissime al telefono.
Lei ha quello che manca a me, razionalità ed obbiettività, lei riflette, guarda a fondo le cose, sceglie il modo più giusto per affrontarle e sa sempre cosa dire; io al contrario sono impulsiva, mi faccio mille paranoie e vedo il lato drastico delle cose.
Quando ho un problema, di qualsiasi tipo, lei c'è, lei c'è sempre, in qualsiasi ora e momento. Ha la capacità con la sua obbiettività di farmi vedere le cose come realmente stanno, ha la capacità di tranquillizzarmi quando sono agitata ed ha la capacità di sapermi far ragionare a mente limpida, ma soprattutto, quello che di lei ammiro è la sincerità. Barbara non ti dice una cosa per un'altra, Barbara ti da torto se hai torto ma non lo fa senza spiegarti il motivo e senza che tu lo capisca, ti spiega l'errore o gli errori, e dove sbagli, ma allo stesso tempo sa darti ragione, oltre che secondo il suo parere, anche secondo la "morale" con cui dovrebbe esser affrontato, se si può dire così.
Barbara è una persona speciale, da sempre tanto a tutti e non chiede mai niente a nessuno, anche se dentro è giuro, la persona più fragile che abbia mai conosciuto.
L'ho vista toccare davvero il fondo nell'ultimo anno, la persona che conoscevo, per vari motivi, si era spenta, le si era spenta la luce che aveva dentro al cuore, le si era spento il sorriso, e si era spento anche il suo meraviglioso animo. piangeva, aveva tante crisi di nervi, e tante volte avrei voluto saperla aiutare nei momenti di difficoltà, come lei ha sempre saputo fare con me, ma purtroppo tante notti, le passavo a pensare a come potevo aiutarla, tante volte, lei non lo sa ma mi sentivo e tutt'ora mi sento una nullità perché lei mi ha sempre dato tanto e io sembra che non riesca mai a darle niente.
Anche nel momento del bisogno lei c'era, metteva da parte i suoi problemi per aiutarmi e dirmi quelle parole di conforto che non avrei mai e non potrò mai trovare in nessun altra persona.

12

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Noir Santiago il 22/12/2010 09:57
    Oggi l'amicizia sta diventando sempre più rara, purtroppo. Questa testimonianza è quello che ci vuole per continuare a capire che l'amicizia ancora esiste.
  • Anonimo il 21/12/2010 13:48
    Una bella dedica, fuori dal comune. C'è davvero tanto amore nelle tue parole e raramente un sentimento di quel tipo viene esternato con forza e convinzione come fai tu. E, quasi mai, per un amica, cioè per uno del proprio sesso.
    Un buon esordio perchè quello che conta è il contenuto, la bellezza sta nella dedica tua che Barbara dovrebbe tenersi cara per tuitta la vita.
    Certo c'è un ma... però non voglio scoraggiarti troppo. Il consiglio che posso darti è quello di riuscire a rimanere un po' più fredda, come scrittrice, per meglio curare l'esposizione e la punteggiatura che tuttavia non sono male. Ma, ripeto, il contenuto è molto al di sopra della bontà dell'esposizione. ciaociao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0