PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ti persi e questa volta per sempre

Entrai in macchina ed accesi la musica. Aprii poi i finestrini e con il vento che mi scapigliava, iniziai a pensarti.
Guardai il mare e vidi la tua immagine riflessa, sedevi accanto a me. E lì, con la nostra canzone a palla, ci baciammo.
In quel momento i mille ricordi iniziarono a far luce nella mia mente. Rivedevo il tuo sorriso, ripensavo al tuo sguardo, alla tua risata, al tuo solito modo pervertito di prendermi in giro.
Sentii ancora il tuo profumo su di me e per l'ultima volta mi abbracciasti. Mi accarezzasti poi con quella fredda mano, quella mano che si posò successivamente sul mio corpo.
Mi guardasti dritto negli occhi e mi dicesti: "Non preoccuparti, non ti lascerò mai sola!!"
Credevo veramente in quelle parole ed invece tre giorni dopo scoppiai a piangere a quella notizia. Mi avevi lasciato e questa volta per sempre.
Eri su tutti i giornali, su internet, ognuno ti diede l'ultimo saluto, quel tragico saluto che non volevo darti. Mi lasciasti così, senza neanche salutarmi.
Ormai era diventato triste anche camminare per strada, poichè tutte quelle vie mi ricordavano Te, anzi Noi.
Il nostro primo appuntamento, il nostro primo giro in macchina, il primo bacio, il primo Ciao... E poi Addio...
Furono i giorni più brutti che potessi vivere. Odio, panico, tristezza, delusione, paura.
Non vederti più in giro e vedere coperta da un telo quella macchina ormai distrutta mi fece male.
In tutto l'anno tu fosti l'unica cosa bella, vera, sincera, onesta che abbia mai avuto e conosciuto.
Noi ci amavamo. Ci aspettavamo ore intere sotto la pioggia solo per stare insieme anche due secondi o solo per ridere e scherzare o anche semplicemente per parlare.
Tu eri tutto per me. Eri il mio sorriso, le mi bugie, eri la mia voglia di vivere e amare. Eri colui con il quale mi arrabbiavo anche per piccole cose senza importanza ma sapevi farti perdonare presto, anche con piccoli gesti. Quegli stessi gesti che ci hanno accompagnato per un lungo anno, quelli che ora mi mancano e rimpiango. Dopo due secondi che te n'eri andato già mi mancavi. Eri il ragazzo per il quale avrei dato la vita e per te mi sarei messa contro il mondo. Ti amavo e non potevo pensare ad una vita senza te.
Il tuo ricordo resterà in me e mi seguirà giorno e notte. So che tu mi proteggerai, da lassù. Lo sento.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 28/12/2010 13:37
    Brava Sara, un bel brano, carico di sentimento per un amico, forse più che un amico, scomparso.
    Riesci in questo breve racconto a dire con parole sincere e spontanee, non costruite, il sentimento che ti legava e che rimane in te anche oggi... il tutto senza scadere nel melenso, nel troppo dolce, nello scontato. ciaociao
  • Giacomo Scimonelli il 25/12/2010 13:30

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0