accedi   |   crea nuovo account

I doni più graditi

- Dove ho la testa? Mi dimentico sempre tutto. Si vede proprio che sono diventata vecchia! Dovevo fare il vaccino per non ammalarmi nel periodo delle feste di Natale e invece... ecco! Trentotto di febbre, raffreddore e tosse. E adesso chi andrà a consegnare i giocattoli? Non posso certo comunicare a tutti i bambini che sono malata!
Chi si sta interrogando è la Befana di un paese vicino alla nostra città, con pochi abitanti, legati alla tradizione della consegna dei regali da lei in persona.
- E quella scansafatiche della mia assistente. Abbandonarmi proprio in questo periodo! È partita per le Maldive lei!
(in dialetto veneto) " Mi dispiace tanto cara signora Befana, ma ho deciso di trascorrere l'inverno al caldo distesa al sole ad abbronzarmi".
Proprio così ha detto lasciandomi sola a provvedere agli acquisti. Devo assegnare questo compito a qualcuno di fidato...
Mia nipote Serena potrebbe sostituirmi. È tornata proprio ieri da Milano. Lei è giovane, alta, snella e di sicuro saprà cavalcare la scopa più velocemente di me.
La vecchia signora non aveva fatto bene i suoi calcoli perché la nipote da lei interpellata le rispose :
- Tu sei pazza! Io, la velina del varietà più famoso in tivù, dovrei salire su un arnese simile, con i tacchi a spillo e il vestito con le paillettes? E poi mettermi anche il foulard di lana per sciuparmi i miei preziosi capelli di seta? Non se ne parla nemmeno. Se vuoi, posso provvedere alla consegna con la mia macchina sportiva che mi ha regalato il mio boy friend... e lasciare i pacchetti sulla porta di casa dei bambini.
Non riuscendo a convincerla a fare di meglio la Befana dovette arrendersi.
- Mi raccomando- disse- consegna i regali in base all'elenco che ti darò. Ognuno ha richiesto qualcosa di diverso e lo sai che io ho sempre accontentato tutti i figli dei nostri compaesani. Loro se lo meritano perché sono i più buoni al mondo...
- Va bene, nonna Stai tranquilla. Farò tutto in modo preciso.
Così a mezzanotte, prima di andare in discoteca, a fare la comparsa come ospite d'onore, Serena caricò in macchina tutti i doni della Befana e alla prima consegna si accorse di aver dimenticato l'elenco a casa della nonna.
-Non importa! - disse tra sé - tanto un gioco vale l'altro. Nessuno protesterà. Tutti i bambini vogliono molto bene alla Befana per arrabbiarsi con lei.
Alla fine del percorso la ragazza si accorse di un'ultima abitazione, al confine del paese, ma, ahimè i gioattoli erano finiti.
- E ora? Cosa faccio?- si chiese.
Guardando nel bagagliaio si accorse di avere un pacco.
" Idea! Li riciclerò. È molto "In" farlo! E poi -sospirò- quello che mi ha regalato la nonna non mi serve di sicuro. Li lascerò proprio tutti lì sul davanzale della finestra".
Soddisfatta del compito eseguito si precipitò dai suoi fan.

12

2
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • maria simona migaleddu il 22/02/2011 15:39
    fiaba o forse favola? potrebbe essere composta da più pagine per tutto quello che ci si può leggere tra le righe.
  • Anonimo il 11/02/2011 12:41
    Storia molto bella, piaciuta davvero.

    Suz
  • Michele Rotunno il 04/01/2011 16:45
    Rai, ho fatto il bis là dove tu sai, nel senso che adesso sono due. Mai mi sarei permesso di appellarti con un simile appellativo.
    Ciao
  • rainalda torresini il 04/01/2011 14:02
    Grazie, Nunzio e amici. Naturalmente la fiaba è rivolta ai più piccoli ma con una certa malizia tra le righe si possono leggere dei suggerimenti e delle allusioni all'oggi. forse nell'animo dei giovani non sappiamo leggere fino in fondo. L'apparenza della superficialità nasconde un sentimento nobile. (ma celato nel profondo) Chissà che la ruota giri e i giovani di domani ritornino ad avere dei sentimenti anche in superficie... un caro abbraccio per il nuovo anno!!! Per Michele, non ho capito di cosa hai fatto il bis e l'allusione dei regali è perché pensi sia la Befana suddetta?
  • Anonimo il 04/01/2011 10:54
    Per apprezzare una fiaba occorre che una parte del bambino che eravamo sia rimasta intatta nei nostri ricordi. Grazie Rainalda!
  • Giovanni Barletta il 03/01/2011 21:35
    L'ho letto con grande piacere. Le favole pacciono anche a noi grandi!
  • Michele Rotunno il 03/01/2011 19:04
    Bravissima Rai, in perfetta sintonia con l'ambientazione. Un regalo per me non ce l'hai?
    Ahahah! Ciao e auguroni. (Ho fatto il bis, ,)