username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Del posto rubato

Confini forzatamente murati.

Non è lontano quel tempo in cui quel posto era mio. Vi ero entrata timorosa, con la paura di far troppo rumore. E lo sapevo bene che sarebbe stato frastuono: lo avevo intuito già sulla porta socchiusa. Il mio istinto e i miei sensi non mi tradiscono mai. Non mi smentiscono mai.
Non percepisco distanza tra me e quel tempo, tra me e quel posto.
Tra le dita trattengo un impercettibile filo: Arianna non me ne voglia.

Non sono più miei quel tempo e quel posto. Non mi è più permesso entrarci.

E mi chiedo:

Sono perseguibile per il reato di "appropriazione indebita di ricordi?"

.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 14/01/2011 15:08
    opera ricca di creatività... 5 stelle compiaciute
  • Anonimo il 14/01/2011 14:41
    una riflessione delicata... un testo piacevole...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0