accedi   |   crea nuovo account

La principessa dei fiori - (1° e 2° capitolo)

Prefazione.


Il racconto che seguirà è formato da diversi capitoli, ogni persona o cosa è puramente casuale, tutto frutto di fantasia.
Il racconto inizia in una nota cittadina Ligure e si svilupperà in una grossa città della Francia,
tra realtà e fantasie avrà numerosi colpi di scena.


========°°°=======


( 1° capitolo) - (Gerard.)



La mia vita è sempre stata caratterizzata da alti e bassi, momenti d'euforia e tanti altri d'angoscia, non so come è accaduto, ma in questa storia che racconto, all'improvviso ho perso tutto, moglie, figlio, lavoro e casa; è strana la vita, t'ubriaca con le sue bellezze e poi di colpo quando le luci riflettono tutto su di te, accade l'imprevisto che ti manda all'inferno...(la ditta dove lavoro fallisce, lasciando tutti i dipendenti disoccupati, a 50 anni chi mi assume?), in Italia le Leggi non ci proteggono, tutto il mondo si muove intorno ai giovani, le Leggi aiutano le ditte che assumono i giovani... (e noi?), noi siamo pronti al macero, prepensionamenti a quattro soldi, a volte nemmeno quelli...
(Cosa faccio sono confuso, intanto inizierò a prendere la disoccupazione o la mobilità, vedremo dopo gli eventi).
Dopo... già dopo; il tempo ha due fasi: la prima, quando non hai problemi, viaggia nella sua normalità e lo guardi attraverso l'orologio; la seconda, quando il tempo è contato com'è nel mio caso, vola in un attimo, ti accorgi che è trascorso quasi un anno, intanto la situazione non è cambiata, rimangono ancora un paio di mesi di disoccupazione e poi... spero sempre di trovare un lavoro.
Preso dai pensieri, mi scuote il suono del (drin)... il telefono chi sarà?
"Pronto"
"Ciao Piero, come stai è molto che non ci sentiamo"
"Gerard, ma sei tu, quanto tempo è trascorso dall'ultima telefonata, sicuramente più di due anni"
"È vero, ma qui a Parigi la vita scorre veloce, spesso non troviamo lo spazio per telefonare ai vecchi amici, non pensare male, ma il lavoro occupa sempre la maggior parte della giornata e la sera siamo in famiglia! Però quando ci riuniamo a fare baldoria ti ricordiamo sempre, allora ci ritornano in mente i giorni della nostra gioventù"
"Deve essere bello fare baldoria lo so..."
"Che dici, non dirmi che hai smesso di fare baldoria, tu che eri sempre in prima fila!"

123

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Jurjevic Marina il 24/03/2011 16:14
    Ok, ho cominciato... e mi hai coinvolto, non sapevo che avessi un talento pure per i racconti, sai prendere le persone. Vediamo cosa succede al bar))
  • sara zucchetti il 25/01/2011 21:43
    Bravo, molto interessante e scorrevole e come dicono attuale ma spero ci sia anche la parte fantastica come hai detto le sorprese! Aspetto la continuazione!
  • Anonimo il 24/01/2011 19:50
    Dalle premesse pare di capire che a Parigi si svolgerà la parte importante del racconto. Amo la Francia e spero che il nostro Ligure trovi l'amore e la fortuna, da quelle parti. A presto... ciaociao
  • Amorina Rojo il 24/01/2011 15:00
    Sono curiosa... per me codesto Gerard risolve tutti i problemi... se lo porta a parigi, li nasce un nuovo amore... e gran finale con tutti felici e contenti. forse no... vedremo. bacino
  • Giacomo Scimonelli il 23/01/2011 13:24
    piaciuto... mi piace come scrivi...
  • loretta margherita citarei il 23/01/2011 12:43
    il senso del reale ben espresso, concordo col giuffrida nel dire che anche i giovani non sono tutelati, gli stanno rubando la speranza, molto bello e veritiero, complimenti amico caro
  • Anonimo il 22/01/2011 12:43
    Sei sicuro che i giovani vengono tutelati meglio?
    Al momento io sono quanto mai confuso e pessimista per il mio futuro. Certo... hai specificato che è una fantasia... quindi sei inattaccabile
  • patrizia melito il 22/01/2011 06:59
    Uni spaccato di vita purtroppo molto attuale. D'obbligo la riflessione personale. Racconto scorrevole e di piacevole lettura. Aspetto i prossimi capitoli e se il buongiorno si vede dal mattino...
  • Dolce Sorriso il 21/01/2011 23:58
    uno spartito di vita che mette alla prova, che fa riflettere... molto apprezzata Giu... bravissimo anche in questa veste... smack
  • Laura cuoricino il 21/01/2011 22:00
    Un racconto vero, attuale, vite vissute nel dolore e nelle gravose prove della vita ben descritte, sentite...
    Complimenti Giuseppe! Aspetto gli altri capitoli!
  • Anonimo il 21/01/2011 21:31
    ... ops ... purtroppo...
  • Anonimo il 21/01/2011 21:30
    bravo Giuze!
    un racconto pregno di sofferenza quotidiana, uno spaccato di vita speculare a tante persone... putroppo...
    emozionante e reale!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0