PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ultime da Wikyleaks

Passate le feste, svelati li santi ( o quasi).
Lo sapete cosa è riuscito a scoprire quel discolo di Julian Assange?
Babbo Natale e la Befana, da secoli le due leggendarie Supericone più globali sulla faccia della Terra, sono - udite udite - nientepopodimenoché: la stessa persona!

La misma persona... same person... die gleiche Person... la meme personne... così eccheggia la sconvolgente rivelazione nei media nei vari Paesi.
Sì, avete letto bene: l-a s-t-e-s-s-a p-e-r-s-o-n-a.
Ma noooo!, direte voi.
Ma sììììì!, afferma Wikileaks, con tanto di documenti e intercettazioni alla mano.

Capisco la vostra delusione che è anche la mia e, probabilmente, quella di milioni di bambini, ma questa sembra essere la dura realtà!
E poi, Assange o un altro, poco conta... presto o tardi la verità doveva venir fuori. Per questo genere di segreti vale infatti la stessa regola dei segreti di stato.
Dopo un tot di anni, si aprono gli archivi e apriti cielo!...
E stavolta archivi e cielo sono stati aperti, violati, in anticipo. Rovesciandoci addosso le loro crude e spietate verità. E adesso?
Adesso cercheremo di sopravvivere. Di farcene una ragione. Pensando che non tutto il male viene per nuocere. Procediamo con ordine.

Non si può certo nascondere che per noi adulti sia un colpo assai duro, da cui forse impiegheremo anni, decenni a riprenderci completamente...
Quanto ai bambini : morto un papa se ne fa un altro. L'importante è che non venga interrotto il flusso dei regali.
Per loro, anime ingenue, che il benefattore sia uomo e donna, padre e madre nello stesso tempo non è una bestemmia come per la Chiesa, quando quel temerario di Papa Giovanni Paolo svelò che Dio è padre ma anche madre. Non l'avesse mai fatto! Tapino!

Fin qui, dunque, tutto sembrerebbe ricomponibile. Non fosse per il nome che si nasconda dietro le due mitiche figure. Che non mancherà di innescare nuove polemiche.
Anche perché quella che sembrava finora fosse stata una perfetta interpretazione dei due ruoli, ad una indagine un po' più attenta e obiettiva, che ne ha ripercorso le tappe, sembra mostrare qualche crepa: pare certo che il disvelato interprete unico non sia stato quel che si dice un campione di equanimità.

Quanto a sorrisi, il buon Babbo si è speso per tutti, niente da dire. Fin troppo! Con tutti i suoi denti. Senza guardare in faccia nessuno. Ma quanto a doni, chissà perché i figli dei ceti meno abbienti sono sempre stati un po' discriminati.

12

2
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 11/02/2011 00:21
    Non mi aspettavo di trovare un riferimento a B. anche qui.
    È un ossessione.
    Il racconto era cominciato bene, ma è finito male secondo me.
    Scusa la franchezza.

    Suz

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0