accedi   |   crea nuovo account

La leggenda del pozzo senza fondo (terza parte)

Un giorno, dopo aver finito i vari lavori, si avviò verso il fiume. Decise di allontanarsi un po' per restare sola e capire, se era lei che sbagliava o lui. Doveva frenare quelle insignificanti emozioni d'invidia e rabbia che sentiva e far capire a lui che voleva avere più attenzione, anzi essere nel profondo del suo cuore. Camminando, si avvicinò a un salice piangente, molto vicino al fiume e sedendosi sul prato, abbracciò le gambe e abbassò la testa, chiudendosi in un mondo tutto suo per un attimo, nel buio infinito della fantasia.
Dai suoi occhi cadeva qualche lacrima, alzò lo sguardo e mentre osservava attentamente il fiume, dispersa nei pensieri, vide comparire all'improvviso qualcosa di strano. Era una ragazza giovane e trasparente anche se si notavano un semplice vestito e capelli lunghi. Camilla era un po'spaventata, ma la ragazza si mostrò subito gentile, così si tranquillizzò. Si presentò dicendo: "Ciao, io sono Flumen, posso aiutarti? Hai qualche problema?" Camilla dischiuse le labbra, ma poi non disse nulla, qualcosa la bloccava.
"Fidati di me, non voglio farti del male, il mio amico Salix mi ha chiamato vedendoti così triste. Tu mi vedi così trasparente perché sono l'anima del fiume, sono qui da tanti anni, la natura mi ha lasciato fluire insieme alle acque e non le ho mai lasciate. Salix è il salice che ti sta accanto, io posso parlare con lui e nonostante il suo nome sia salice piangente, è l'albero più allegro che conosco."
Camilla fu convinta, dalla sicurezza che mostrava e le racconto il suo problema. Flumen le consigliò subito la soluzione. "Che ne dici di diventare una bella gattina!"
Camilla rimase perplessa e aggiunse: "Ma come faccio?"
"Semplice, ti trasformo io."
"Ne saresti capace?"
"Sì, il fiume che non ho mai lasciato mi ha donato dei poteri, ma solo per aiutare qualcuno, non li posso usare per me."
"Poi rimarrò per sempre una gattina?"
"Dipende dai suoi sentimenti, se veramente ti ama, ritornerai la sua donna, altrimenti ti accoppierai con il gatto."
"Ok, ho deciso di provare e rischiare. Voglio avere la prova che, anche se non sono al centro della sua attenzione, i suoi sentimenti d'amore siano puri e soprattutto vengano dal cuore."
"Ora chiudi gli occhi e pensa intensamente a che gattina vorresti essere."
Camilla fece quello che le era stato detto e penso a una bella gattina dal pelo bianco. In pochi secondi Flumen alzò le braccia facendo un enorme cerchio, sussurrò delle parole magiche che lei non sentì, ma vide una luce immensa e quando riaprì gli occhi, era una splendida gattina. Era strano vedere il mondo con quelle dimensioni, ma era contenta. Flumen la salutò, augurandole buona fortuna e poi se ne andò, Camilla la vide volare via con le acque del fiume e la ringraziò. Si leccò un po' per pulirsi come fanno abitualmente i gatti e si avviò alla fattoria. Amos, non si era ancora accorto della sua assenza, perché era impegnato a lavorare.

1234

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • sara zucchetti il 01/02/2011 16:06
    Grazie caro Giacomo sono contenta che ti sia piaciuta anche questa parte! Lo sai che i miei racconti finiscono bene altrimenti che favole sono e poi la vita è già difficile almeno facciamola finire bene nel mondo dei sogni. I nomi non ho mai idee, così lì invento dalla parola è facile e sono simpatici.
    Un grande saluto
  • Anonimo il 01/02/2011 14:15
    Bella, oiginale anche... l'idea di dare al salice piangente il nome di Salix ed al fiume Flumen è davvero azzeccata, non solo per i bambini.
    la storia è più completa rispetto a tante altre che hai scritto e si nota che ci hai messo l'impegno. io spero sempre in un bel finale, ma con te si viaggia sicuri. Non riesco a digerire i finali tristi. pensa che ho scritto una storia di suicidio... che pubblicherò prima o poi, ma non ce l'ho fatta a fare un finale tragico. lui è in ospedale ed il massimo che ho trovato, per far finire male la vicenda, è di lasciare in sospeso la sua vita. Almeno quelli come me che sperano nei finali belli penseranno che si salverà. ciao ciao Sara... continua così.
  • sara zucchetti il 28/01/2011 12:01
    Grazie denny mio fedele lettore e amico sono tanto contenta che ti piaccia.
    L'hai letta davvero attentamente ed è un piacere che vivi l'avventura e provi emozioni, perchè è proprio così che succede quando uno entra in una storia che gli piace.
    Molto dolce il tuo commento, sei fantastico!
  • denny red. il 28/01/2011 03:27
    Ciao Sara, flumen e Salix, trasformano Camilla in una tenera gattina bianca, e tutto.. si rivela vero amore. ed ora un nuovo viaggio.. una dolcissima storia Sara, .. la Mamma, lo scrigno, il petalo, e questa spilla di diamanti a forma di farfalla che Camilla mette vicino al petto, emozionante.. Sara, bella.. Bella!! una tenera storia.. Sara, ed ora stò alla finestra.. per l'ultimo incontro.. l'ultima carezza.. per questa tua dolcissima storia.. Ciaoooooo... Brava!!!