PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Isla de aves (completo)

( Voce policroma della terra)


Morto? Non so?!
Stringo la mano a pugno.
Sabbia.
Calda sabbia.
Cristallina.

Ho le membra pesanti come ferro antico.
Le palpebre come finestre chiuse mai aperte.

Uno spirito fresco sollecita le mie pelurie salate, un alito di vento vagabondo, viaggiatore instancabile, mi sussurra incomprensibili storie. Un gran chiacchierone.

Lei mi risveglia con il garbo dei suoi profumi e il fresco rumore delle sue quiete onde.
Un piccolo granchio, suo servo devoto, pizzica le dita dei miei piedi.
Lei vuole la mia attenzione.
Ci tiene.
Un piccolo varano viene a saggiarmi con la sua lingua a "v".
"Che vuoi da me?" Le dico col pensiero.
"Te" lei risponde, non so con che voce.
Il mio volto prova a sorridere di compiacimento.
"Dunque sono vivo?"
"Non lasceresti la forma del tuo corpo sulle mie spiagge"
Ho un brivido.
"Chi sei?"
Sento ridere in modo limpido come può ridere solo una donna, una splendida donna.
"Non essere sciocco! Tu lo sai bene!"

È vero! Lo so bene.

Tutte le vicende hanno un inizio, questa ha avuto origine dalla viltà, la mia!

In Italia, gli anni Sessanta hanno portato energie spaventose, erosive come fiumare selvagge.
L'impegno sociale e politico, forte impulso, come una nuova religione manichea, ha messo al rogo innumerevoli idoli individuali.

Il giovanilismo, nuova morale anti-morale, ha sconvolto per sempre il lineare sviluppo delle idee, negando la storia, confondendo l'oggi con il futuro, dividendo l'umanità in puer e xeno, la sindrome di Peter Pan come destino irriverente.

Ben che giovane, il mio "territorio" si era ridotto ad una zolla di solitudine.

123456789101112131415161718192021222324252627282930

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0