accedi   |   crea nuovo account

Crepitio

Rimarrà la cenere, rimarrà l'odore di bruciato. Chiunque arriverà non potrà che sporcarsi.
E sarà inutile cercare qualcuno.
Neanche i cani serviranno, la più scrupolosa delle indagini non porterà a nessuna soluzione. Solo il ricordo di qualcosa che c'è stato turberà le nuvole, gli alberi. Gli unici muti testimoni di quello che è successo.
Forse anche Dio avrà visto qualcosa. Forse si sarà distratto un attimo.
Il mio cellulare sarà lì in mezzo, tra pezzi di vetro e legno, in mille pezzi.
Le mie schegge di vita saranno tutte lì. Non faranno male a nessuno. Mai più.
Dirai ai bambini che va tutto bene. Che io sto bene.
Questa sarà l'ultima scintilla di una vita che non ha mai avuto una miccia. L'ultima implosione.
Brandelli di carta da parati, plastica accartocciata, pezzi di ceramica, vinili sciolti. Mozziconi ovunque. Sulle nuvole, sui rami.
Non ci sarà vento: nessun pericolo di contagio per quello che c'è intorno. Succederà tutto qua.
Dirai ai bambini che va tutto bene.
Ne comprerete un'altra.
Dimenticheranno tutto in fretta. Rimarrà solo un brutto ricordo. Come lo sarò io.
Il passato si sgretolerà al passare delle correnti della vita di ogni giorno. I ricordi saranno fiammiferi consumati.
Quando i primi arriveranno non potranno che restare fermi in silenzio, finchè tutto si sarà dissolto. Come in una sala d'attesa potranno solo aspettare che il posacenere si riempia del tutto.
Ascolteranno crepitare ciò che ho amato. Si siederanno attenti a non schiacciare farfalle già morte.
Siamo nati per spegnerci. Siamo solo di passaggio. Aspettiamo la fine per capirlo. Solo alla fine apriamo gli occhi.
Io li ho finalmente aperti.
E sto per spegnere l'ultima sigaretta.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Guido Ingenito il 04/03/2011 02:01
    grazie Katia i tuoi commenti mi lusingano, soprattutto perchè sei tra gli autori di questo sito che maggiormente apprezzo.
    una dolce buonanotte, spengo la sigaretta
    Guido
  • ayumi il 02/03/2011 08:45
    mi piace un sacco il tuo modo di scrivere e questo racconto lascia davvero senza fiato, come in attesa che qualcosa esploda da un momento all'altro nei vicinati... però al contempo speri che quella sigaretta non si spenga mai... "I ricordi saranno fiammiferi consumati." questa frase è semplicemente splendida.
    sei davvero davvero bravo!
  • Guido Ingenito il 02/02/2011 19:51
    @Nunzio: sarebbe bello se riuscissi a scrivere davvero come tu analizzi. già esserci un minimo vicino mi riempie di gioia
    @Giacomo: l'atto drammatico sta per compiersi; la canzone è "Pyro" dei Kings of Leon (http://www. youtube. com/watch? v=kOYxIq70ARg). Ciò che ho scritto è difatti molto vicino al testo della canzone. Ne sono rimasto tanto colpito da scriverci subito qualcosa. Era tanto che non sentivo raccontare una storia in una canzone.
    @Roberta: felice di essere "tornato", ogni tanto mi concedo una scappatella
    @Gianni: hai trovato un indizio che avevo totalmente trascurato. a volte non mi rendo neanche conto di quello che scrivo! ottimo.

    grazie a tutti, un bacione e un abbraccio, vi auguro una splendida serata!

    Guido
  • Giovanni Barletta il 02/02/2011 18:32
    Touchè! Colpa mia grave il non aver dedicato il giusto tempo e lo spazio mentale adegato al tuo racconto (slow reading!!!). L'ho riletto e ho anche trovato quel "Non faranno male a nessuno" che avrebbe comunque dovuto mettermi sulla strada giusta...
  • Anonimo il 01/02/2011 16:27
    bentornato Guido
    ti confesso che ho subito pensato al gesto di un uomo in depressione e leggo dalla tua risposta a Gianni che è così.. beh che dire.. sei riuscito nell'intento allora.. almeno per me
    ti leggo sempre con piacere
    un abbraccio!!
  • Anonimo il 01/02/2011 14:23
    Guido, un racconto particolare. Anche io come Giovanni avevo pensato al terrorista... poi ho letto il commento di Nunzio e mi pare molto pertinente. Poi leggo il tuo e mi viene un altro dubbio... alla fine questo suicidio c'è o no? Che canzone è quella alla quale ti sei ispirato? Sai che anch'io ho avuto spesso questa idea di ispirarmi a canzoni... ma poi non l'ho mai fatto. Scritto bene, come sempre, con il dono tuo della sinteticità. Che a me manca. Ciaociao.
  • Anonimo il 01/02/2011 10:25
    Bella l'ultima frase. Un intenzione annunciata che si perpetua nel tempo, senza avverarsi mai. Un momento così dura un'eternità.
    Ciao Guido.
  • Guido Ingenito il 31/01/2011 22:37
    grazie mille di essere passato Gianni
    mi dispiace ma questo non è ciò che passa per la testa di un terrorista (comunque possibile chiave di lettura davvero intrigante), ma l'ultimo atto di un uomo in preda alla depressione. giusto un frammento, ispirato a una canzone dei Kings of Leon.

    non smettere mai di spronarmi

    Guido
  • Giovanni Barletta il 31/01/2011 22:19
    In tanti cercano di catturare gli ultimi pensieri di terrorista suicida. Questo tuo tentativo lo trovo interessante, anche se so che sei in grado di fare meglio.
    Comunque ti leggo sempre volentieri.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0