username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'ispettore Arnaldo e il killer notturno parte 2

E così, i due, si diressero all'ospedale
per sincerarsi delle condizioni del ragazzo
rimasto ferito ed anche per interrogarlo.
Durante il percorso, però, si imbatterono
in altre auto della polizia, ne erano tre,
parcheggiate in fila lungo il ciglio della strada,
Subito aldilà delle autopattuglie,
c'era la striscia gialla a delimitare la zona
nella quale era stato ritrovato il corpo di una ragazza.
A questo punto si fermarono anche loro,
accodandosi alla fila di macchine bianco azzurre,
scesero e si diressero verso il luogo del ritrovamento.
Nei pressi del perimetro giallo, c'era un poliziotto,
molto giovane, sicuramente alle prime armi,
messo li di guardia per impedire l'accesso
ai giornalisti ed ai curiosi, che si affacciavano alla scena.
Dietro il confine invalicabile costituito dalla striscia
di plastica fosforescente, c'era un bosco, diviso in due
a causa del manto stradale, una volta grande e incontaminato,
ora più piccolo ma altrettanto piacevole. Gli alberi erano alti,
la vegetazione folta e curata, nella quale di tanto in tanto,
si intravedevano piccole piazzole di fiori variopinti.
<<Questo posto non è male, non è vero?>>domandò Alex<<già>>
rispose Arnaldo<<ma è stato contaminato
dall'assassino di quella ragazza.
Eppure stamattina, prima di venire a lavorare,
avevo un brutto presentimento, sentivo che sarebbe stata
una giornata dedita alla violenza,
prima i due giovani ed ora la ragazza,
quando ti senti così accade sempre qualcosa,
quella striscia ne è la prova inconfutabile>>.
Il primo a scavalcare il limite fu Arnaldo, che venne subito bloccato,
<<alt!>> gli intimò la guardia,
<<l'accesso è limitato ai soli funzionari di polizia,
mi dispiace>>.
Arnaldo tirò fuori dalla tasca il suo distintivo e
lo mostrò al giovane agente, <<ispettore Arnaldo,
squadra omicidi e lui
è l'agente Mogano, il mio assistente>>,
<<prego signore, potete passare>>.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Stanislao Mounlisky il 07/05/2015 16:30
    A Roma si dice: che sòla! per dire che fregatura! Un giallo non finito me lo sarei risparmiato... per giunta con il fastidio di leggere un testo impaginato da cani...
  • Bruno Briasco il 20/06/2011 15:32
    Ci fai sospirare eh? Un abbraccio carissimo e alla prossima...
  • luigi castiello il 11/02/2011 01:43
    si, ma non scenderò troppo nei dettagli
  • Anonimo il 10/02/2011 21:36
    Aspetto il seguito.
    Ci saranno scene violente e di sangue?

    Suz

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0