accedi   |   crea nuovo account

Quella carezza della sera

Che tenerezza quegli uomini tutti in fila... Ciak si gira!
Oggi è domenica e l'appuntamento è là. Dopo una lunga settimana che lei ha seguito e scortato ogni tuo passo, ha aspettato fedele il tuo ritorno riconducendoti a casa con devozione.
Sono queste le cose che contano, la sicurezza di averla sempre lì, servizievole al tuo fianco e allora ti senti in obbligo di ricambiarla con un gesto di amore, prendendoti cura di lei e oggi del suo aspetto.
Ti sento fiero quando gli altri ti guardano con invdia, non ti ingelosisce chi si gira quando passi per strada.
Bella, elegante con quelle mingonne, chic e sportiva e un cuore che non perde un colpo e quando va su di giri, con pazienza l'assecondi. Ascolti la sua voce ti trasmette sicurezza, anche se quel bere troppo a volte ti preoccupa un po', ma ci si può passare sopra. Con lei sempre e ovunque.
Anche quando ti allontani e la lasci riposare o stai in pena quando resta al freddo d'inverno e d'estate sotto il sole.
La guidi con prudenza quando leggiadra strizza l'occhio all'incrocio nella via.
Ma è già il tuo turno, è già un'ora che aspetti e ti sei perso la partita... sono le 18 di una domenica pomeriggio e l'occhio rosso dello stop ti avverte che ti sei posizionato.
La vedi sparire dentro i rulli dell'autolavaggio che l'accarezzano decisi.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Roberto Tommasi il 23/02/2011 06:16
    Complimenti, sei stata perfetta!
  • Don Pompeo Mongiello il 17/02/2011 11:44
    A me sembra di averlo sognato, bello, anzi bellissimo, peccato che per me non vale. Ti auguro un amore così grande, come te lo meriti.
  • Anonimo il 15/02/2011 22:25
    Bello Laura, mi è piaciuto

    Suz
  • ELISA DURANTE il 15/02/2011 10:02
    Ironica al punto giusto!
  • Dolce Sorriso il 14/02/2011 22:05
    bella, sei un babà Lauretta... piaciutissimaaaaaaaaaaaa
  • Alessandro Moschini il 14/02/2011 14:26
    Originale molto significativa. Buona giornata Laura
  • Anonimo il 14/02/2011 10:38
    Poveri noi. Uomini defraudati delle nostre passioni venatorie ( arma = estensione fallica ), del calcio (partita = ludi gladiatores), delle belle auto ( automobile pulita a specchio = perversione sessuale ). Ex padri in fila alla caritas per un piatto di minestra, dato che insieme ai figli hanno perso anche la casa e buona parte dello stipendio, politici rimbecilliti da diciottenni (nemmeno) che in cambio di prebende li adulano per le loro imprese ( sic ) di letto, e via dicendo... Non ci resta che piangere. Ed aspettare. Che le donne ci sostituiscano, ed allora sarà il nostro turno...
    Racconto veramente divertente. Ben scritto.
  • Anonimo il 14/02/2011 08:52
    ahahahaha!!
    davvero carinooooo questo pezzo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0