accedi   |   crea nuovo account

Andò così!

Anno 16740 A. N. (avanti Noè)

Katzomolok, la sua compagna Fijasekka e il loro piccolo Rinkotodo
decidono di partire per una vacanza,
è 2 fantastilioni d'anni luce che non evadono un pò.
La loro meta è la cintura di Kuiper,
non è molto lontana, 2 anni luce poco più,
il viaggio sarà comodo, loro sono Ornitorinkoniani
e passerà presto lì vicino la cometa di Oort,
che se presa a tempo li condurrà placidamente alla meta.
Preparato lo stretto necessario la famigliola parte.

Panorami stupendi,
la galassia Kittenkiuma, con 3 soli,
il Duoverso di Sik Cilia, pianeti silenti, omertosi,
un sole ma grande come Kitten, caldissimo e vitale,
la stella Kaspiterina con le sue 2 lune sempre piene, Doche e Kiappana.
Il viaggio rilassante prevede una tappa fissata dall'agenzia Allahnc'è
nel posto più ludico e lussurioso che esiste, il Buco Nero "Hjlton Jon".

Fermatisi per la notte la coppia si diverte a Buddhanc'è,
il maestoso parco divertimenti.
Girano intorno a stelle sui Kalcinkiù,
tirano meteore contro code di comete,
vincono 2 piccoli animaletti tirando cerchietti intorno un pianeta,
credo si chiamasse Saturno.

Fijasekka prima di riprendere il viaggio litigò aspramente col compagno Katzomolok,
perchè il loro figliolo non voleva saperne di lasciare quei 2 stupidi animaletti.
Non sentiva ragioni,
che tanto nel viaggio non sarebbero durati,
che sarebbero morti subito,
che era meglio per loro lasciarli nel Buco Nero...
Si sa come sono i bimbi Ornitorinkoniani... testardi!

Poco prima della partenza comunque, convinto dal papà,
Rinkotodo si convinse d'abbandonare i 2 esserini,
ma in accordo col genitore li avrebbe nascosti dove voleva lui.

Affittò un Cimettunkaz, mezzo velocissimo,
portò i 2 cuccioli in un pianeta lì vicino e disse
< Piccoli, qui nessuno vi scoprirà, fra qualche anno luce, se riesco, torno a giocare con voi >.

Li baciò teneramente, con affetto fanciullesco... e li salutò...
< Ciao Adamo, ciao Eva >.

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Giuseppe Catalfamo il 02/04/2011 05:04
    Grazie Giacomo... Belin di 'tempo'
  • Anonimo il 27/02/2011 08:11
    Molto simpatico questo racconto... al'inizio non avevo colto i doppi sensi... ahahahah... divertente al massimo. Sui tempi ha ragione Michele e devo dire che capita pure a me, spesso e volentieri... a me succede il contrario, parto al passato e piano piano mi sposto al presente. A volte per giustificarlo il passaggio dei tempi faccio voli pindarici... vabbè, niente di grave. ciaociao
  • Giuseppe Catalfamo il 26/02/2011 21:47
    Grazie Lariana.. onorato
    Smack
  • Anonimo il 26/02/2011 19:35
    Davvero originale
  • Giuseppe Catalfamo il 26/02/2011 14:24
    Grazie Michele... commenti come il tuo, costruttivi, son sempre più graditi
    ... sarà perchè col 'tempo' non vado molto d'accordo
  • Michele Rotunno il 26/02/2011 10:57
    Divertentissimo, solo un po' di attenzione al tempo, hai iniziato al presente e sei finito al passato. È capitato spesso anche a me, non è un peccato grave.
    Ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0