username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Un'amicizia speciale

Hjalmar è un ragazzo speciale, vive solo e indipendente, nulla di strano se non fosse che ha solo 18 anni. Ha perso i genitori ancora bambino e il rapporto difficile con la zia, lo hanno convinto, appena possibile a tornare nella sua vecchia casa natia.
Solo con il suo gatto e con la voglia di crescere e di sognare.
Ha la passione per il calcio e appena termina il lavoro prende la bicicletta e velocemente raggiunge il campetto del centro sportivo dove si è fatto molti amici. Nonostante tutto è sempre allegro e sereno e tutti vorrebbero essere suoi amici.
<Sebastian, vieni a casa mia che devo cambiare un vetro rotto della finestra e mi serve una mano?>
<Si, Hjalmar, ci vengo e ti aiuto>
Anche Sebastian è diventato subito suo amico, complice una partita di pallone e una doccia fatta assieme, si perchè in quello spogliatoio le docce erano poche e per fare prima la si faceva in due. Sebastian è un ragazzo lunatico e introverso, proprio l'opposto dell'amico e inoltre ha dei genitori invadenti che lo assillano con lo studio e che lo vorrebbero mandare al college
< Così cresci> dicevano.
Inoltre Sebastian non era neppure tanto bello, di certo meno di Hjalmar, verso il quale la natura sembrava volesse farsi perdonare, facendolo diventare un bel ragazzo alto e longilineo, con due grandi occhi chiari da fare invidia. Oltre ad
avere tanti amici, Hjalmar era sempre attorniato da ragazze anche più grandi di lui che se lo contendevano e che speravano in un suo invito a casa, ma a Hjalmar tutta questa attenzione non interessava, preferiva passare il tempo con i suoi amici e
soprattutto con Sebastian.
Spesso la vecchia casa aveva bisogno di piccoli lavori di manutenzione e gli amici si offrivano di aiutarlo e lui contraccambiava organizzando festicciole con tanto di pizza, birra e patatine. Anche Sebastian era felice di aiutarlo perchè quando era con lui si sentiva utile e finalmente libero.
Quel caldo giorno d'estate Hjalmar pensò che il suo migliore amico meritasse qualcosa in più di un semplice trancio di pizza.
<Senti, Sebastian, verresti sabato sera a mangiare da me? Ho intenzione di preparare una bella cenetta, ho già le birre nel frigo, e poi magari noleggio un film e, se vuoi puoi stare a dormire da me, così parliamo e poi quando ci svegliamo, facciamo colazione al barGloria>
Sebastian non se lo fece ripetere due volte e accettò con piacere l'invito, non c'era niente di male, in fondo erano amici e poi non era la prima volta che dormiva a casa di altri, come quando Stefan volle a tutti i costi invitarlo. con altri amici, a dormire nella tenda che aveva montato nel giardino del nonno.
Quel sabato i temporali si susseguivano sin dalla mattina, Hjalmar era preoccupato, erano le otto di sera e ancora non vedeva arrivare il suo amico, stava per telefonargli quando lo vide dietro il vetro della porta, fradicio nonostante l'ombrello.
<Ciaoo, sei venuto a piedi?> lo accolse con una risata.

123

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • maria grazia il 09/05/2012 17:06
    bellissima amicizia, mi è piaciuto molto!!!
  • Anonimo il 02/04/2011 14:41
    Piaciuto assai questo racconto, complimenti sinceri all'autore.
  • Anonimo il 17/03/2011 08:08
    Molto bello questo racconto... particolare. Però fammi un favore... anche in questo titolo manca l'apostrofo... un'amicizia... credo che tu non possa coreggerlo, avevo provato anch'io a correggere un mio titolo, però se è così chiedi alla redazione... dai, fammelo questo piacere... ciaociao
  • alberto p il 16/03/2011 22:08
    Grazie Noir, anche per l'accostamento a Brokeback
  • Noir Santiago il 16/03/2011 19:40
    fa molto Brokeback, ma mi piace. anche io scrissi una cosa del genere quando entrai per la prima volta in questo sito. La mia opara i chiama Solo una notte. A rileggerci.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0