accedi   |   crea nuovo account

Ricordi dal primo matrimonio

Eravamo nel 1967.

Si stavano facendo i preparativi al mio primo matrimonio: confetture, inviti, ristorante, viaggio di nozze, addobbi floreali per la chiesa... e tutto quel che comportava quell'avvenimento... si dice il più importante della vita!
Mi si avvicinò mio suocero dicendomi: "Bruno, alla vostra camera da letto, ci penso io".
"Grazie, Vincenzo", risposi abbracciandolo.
E venne il sospirato giorno. Tutto bene, ma gli attesi mobili ritardavano, così fui ospite dei suoceri che mi offrirono una delle tante stanze di casa loro.
Passò un mese e finalmente il fatidico regalo arrivò. Gli addetti alla consegna montarono la camera da letto e dopo la solita cospicua mancia si defilarono col solito sorriso di circostanza.
Trenta giorni dopo mi vidi consegnare una cambiale a mio nome di tot... lire.
Era la prima rata del mobilio. Andai da mio suocero e sorridendo, pensando ad una burla o a un errore nominale, gli dissi: "Don Vincenzo, cos'è sto' scherzo? Io non ho ordinato la camera da letto perché mi aveva assicurato che sarebbe stato lei a regalarcela".
"Sì" - rispose mio suocero - "ti avevo detto che ti facevo il regalo di scegliere la camera da letto, non che te l'avrei pagata io!". E senza aggiungere altro mi dette una pacca sulle spalle se ne andò sorridendo.
Rimasi talmente inebetito che non ebbi l'immediatezza di rispondere a quella che in quel momento mi parve una provocazione.

E per rispetto a mia moglie (che non volevo si contrastasse coi suoi) pagai per due anni quelle rate da me non volute!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • Bruno Briasco il 11/12/2011 13:45
    I rapporti si interruppero alla separazione ma continuai a pagare il mobilio che regalai ad un cugino carissimo. Almeno se l'è goduto lui. Un caro abbraccio e anche se anticipatamente buone festività a tutta la famiglia.
  • Fernando Piazza il 11/12/2011 12:32
    Scaltro il suocero e anche un po' "truffaldino". Mi chiedo come siano proseguiti i vostri rapporti nel tempo, dopo il forzato salasso a tue spese... Però, simpatico lo scherzetto visto a posteriori... inoltre, l'esperienza insegna
  • Bruno Briasco il 10/05/2011 21:12
    l'ho poi regalata... ciao carissima... un abbraccio
  • Anonimo il 10/05/2011 21:09
    bruno almeno era di tuo gradimento??????... prendi il lato positivo... della cosa il mondo è bello proprio per questo... anche se io mi sarei in... di brutto... comunque divertente per chi legge un po meno per te... bravo
  • Bruno Briasco il 01/04/2011 17:28
    Hai perfettamente ragione caro Paul, difatti come base, io credo talmente tanto nell'amicizia da pensare che anche gli altri siano come me, e di conseguenza quando rimango scottato... è catastrofico!!! Tuttimodi è stata una bellalezione... Ti abbraccio caramente
  • paul von hofburg il 01/04/2011 17:24
    bruno, se non fosse vero (e non ho alcun motivo per dubitarne) la tua storia sembrerebbe una delle novelle di Pirandello.
    Ti conforti il fatto che la vita è la somma delle fregature prese e che comunque questa storia paradossale ti ha insegnato qualcosa.
    saluti.
  • Bruno Briasco il 30/03/2011 09:24
    Certo che adesso fa veramente ridere tutti... ma allora.. Un abbraccio cara Angela Ah, così ti è caèpiatat la stessa avventur? Ridiamoci sù vah...
  • angela testa il 30/03/2011 00:09
    ho dimenticato di scriverlo... mi e capitata la stessissima cosa...
  • angela testa il 30/03/2011 00:08
    MI HAI FATTO VENIRE LE LACRIME AGLI OCCHI... PER RISPETTO QUANTE COSE HO FATTO PER RISPETTO... ADESSO PER AMORE QUESTA LA MIA PIù GRANDE FORTUNA... RIDIAMOCI Sù...
  • Bruno Briasco il 25/03/2011 21:39
    Giusto! Beh, vista adesso hai ragione!!! Grazie dell'ironia, Ciaociao
  • michela salzillo il 25/03/2011 20:46
    La colpa è stata tua Bruno! Ti sei illuso che oltre alla figlia ti avrebbe "regalato" una camera da letto
  • Bruno Briasco il 24/03/2011 18:16
    hai perfettamente ragione, ma in quell'occasione... dovevo accettare quel compromesso... spiegarti è lungo ma ci arivi da solo.
  • Giacomo Scimonelli il 24/03/2011 18:13
    scusami amico mio... ma la colpa è anche di tua moglie... doveva essere lei a ribellarsi..
  • Bruno Briasco il 24/03/2011 10:34
    ... ma purtroppo vero... però se lo vedi sotto il profilo ironico - ora - è divertente.
  • Anonimo il 24/03/2011 10:11
    ma che carognata!!!!!
    non ci posso credere!!!!
    aneddoto buffo, simpatico da leggere!!
  • Bruno Briasco il 24/03/2011 09:14
    Ironicamente avrei dovuto intitolare questa mia: "Dolcetto o scherzetto?".