accedi   |   crea nuovo account

I pomeriggi di nives

Nives aveva trascorso interi pomeriggi seduta dietro i vetri di una finestra... talvolta sedeva sul piccolo balconcino... ma i vetri li preferiva perchè la proteggevano dagli sguardi... quando sedeva sul balconcino volgeva le spalle alle ringhiera come a preservare la sua intimità... mentre leggeva! il suo mondo era chiuso nei libri che divorava più del pane... in essi trovava la vita, la semplicità dell'animo di ciascun'autore la arricchiva di ciò che la vita non le dava... o almeno lei pensava che la vita le precludesse un dono per lei importante:la libertà! Nives era liberamente libera di vivere secondo rigide regole dettate dalla famiglia... e lei era prigioniera della libertà... e dietro quella finestra o seduta alla sua scrivania sentiva nel cuore quella assenza... la libertà la cerca come l'acqua nel deserto... la cerca ancora...

 

2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Vincenza il 15/02/2012 12:47
    cos'è la libertà se non l'illusione di poter fare quello che si vuole? Purtroppo vivendo in seno alla società la libertà nn può esistere perchè bisogna attenersi a dei codici che nn scegliamo ma sono imposti dalla collettività. Esposizione semplice, chiara, gradevole
  • Bruno Briasco il 31/03/2011 20:40
    A te carissima di esserci
  • soffice neve il 31/03/2011 20:31
    non sbagli... grazie per la tua presenza
  • Bruno Briasco il 31/03/2011 20:12
    Piaciuta. Bella espsosizione di prigionia nascosta in libertà. O sbaglio? Brava!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0