username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Antica-mente2

... il suo sguardo, sorridente e firo, salì lungo il corpo, il collo, il viso di Guido che, consegnandole il gattino, le chiedeva una camera per la notte. Non sapeva Guido e mai avrebbe immaginato Chiara la lunga notte che si preparava. Una notte lunga quanto la vita, quanto il tempo e oltre,! Gaia si apprestava a ricordare... Ricordava le sue corse tra i viali fioriti, il cane Boldo, che le era stato regalato cucciolo dal papà, l'amore che gli occhi della mamma dichiaravano ogni volta che Guido tornava, l'amicizia tra il gattino e Boldo. Chissà perchè , si chiedeva Gaia, Boldo era sempre lì con lei ed il suo papà no! Guardava gli occhi tristi della mamma, quando lui era lontano;guardava i nonni che inquieti, sollevando le spalle, sospiravano... e si chiedeva... perchè!?..

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 26/04/2011 23:27
    Inizio a interessarmi, sono preso dalla lettura, la storia si fa interessante, prevedo una storia d'amore, tra Chiara e Guido, staremo a vedere...
  • Anonimo il 17/04/2011 13:58
    e ora al 3 inizia a intrigarmi il mistero devo continuare
  • alberto p il 07/04/2011 22:27
    .. rimane in me, come dire, un poco di tristezza... . ma il racconto è sempre bello
  • ELISA DURANTE il 06/04/2011 08:06
    Anch'io me lo chiedo: perchè? Vado avanti...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0