username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Antica-mente 7

18 anni, bella, ricca, studiosa nel più totale abbandono! La polizia, le domande, la sepoltura, l'eredità, la vita... Abbandonai la villa, presi in affitto un piccolo monolocale nel centro della città. Com'era diverso il chiasso della città , la vita, il movimento... si, c'era una vita ma l'abbandono era sempre in me, Gli studi universitari non mi cambiarono molto, poche le amicizie, tranquille... il mio traguardo era il disegno di modelli esclusivi che donne belle e serene avrebbero indossato nei loro momenti di gioia. Se solo la mamma fosse stata lì! Il primo modello fu dedicato a lei e lo indossò una modella bruna, alta e con forme perfette, come quelle della mamma quando aveva conosciuto Guido. Le difficoltà degli studi e della carriera non pesarono mai su di me;economicamente ero tranquilla e affrontavo con serenità il mio inserimento nel mondo del lavoro. Tuttavia qualcosa sfuggiva al mio vivere di ogni giorno:qualcosa di infinito che avevo dentro di me e che da sempre, razionalmente, mi rifiutavo di ammettere:chi ero, cosa facevo, cosa cercavo... la razionalità di Guido, mio padre, scattava in me e dominava il sentimento, proprio della mamma. Assolutamente non volevo e mai avrei agito come lei...

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 26/04/2011 23:52
    Un nuova vita inizia a scorrere, bene in bocca al lupo e buon lavoro... passo al prossimo capitolo
  • alberto p il 07/04/2011 23:00
    bello il racconto. . .. purtroppo credo che le figlie col tempo si portano dentro la mancanza del rapporto avuto col padre, mentre succede in maniera minore per i figli nel confronto della madre(cosi' penso io)...
  • ELISA DURANTE il 07/04/2011 20:22
    Spesso le figlie pensano questo in relazione alle mamme, ma poi...
    Sei molto brava a tenere viva la suspence!
  • Anonimo il 07/04/2011 16:39
    Interessante... ma per un giudizio devo tornare indietro e leggere dall'inizio... non ho ben capito se è autobiografico, ma non credo perchè è taggato Racconti brevi... comunque vado a leggere... ciaociao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0