PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

18 dicembre

.. io, mi sento nel mare. solo che invece di entrarci dall'alto, ci entro dal basso. si bagna prima la testa, poi, i piedi.
non galleggio, non vado neanche a fondo.
non devo nuotare. non è neanche salato. forse per questo non ci sono i pesci. è questo l'unico svantaggio: non ci puoi pescare e non ci puoi neppure pisciare.
però.. posso camminarci sopra. come un miracolo.
.. è necessario guardare le cose da un'altra angolatura.. perchè ce n'è sempre una alla quale non avevi pensato...

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • rosaria esposito il 04/11/2011 21:44
    grazie Ugo.. in verità, per il fatto delle maiuscole, non so, mi sfuggono... non so se è un effetto tastiera.. o il seguire troppo rapido del pensiero... non so...
  • Ugo Mastrogiovanni il 04/11/2011 14:00
    Un pensiero interessante, direi: fresco come le acque del tuo mare ed esclusivo come la tua penna; ricordiamoci comunque che ce n'è stato Un Altro a camminare sulle acque! Non capisco perché in un bravo così seducente non usi la maiuscola dopo il punto!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0