PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Mazzacane - cap. VIII

Benchè abbia novantadue anni e sia immobilizzato su una sedia a rotelle don Mario conserva una invidiabile lucidità. I riflessi mentali e la voce ferma sembrano farlo ringiovanire. In una saletta dell'ospizio Nino si trova al cospetto del vecchio parroco.
"E così tu sei Nino, il figlio di Filomena! Come sta quella santa donna?"
"Così così don Mario. Che volete.. gli acciacchi della v.."
"Eheheheh della vecchiaia? A chi lo dici figliuolo!"
"Più che altro è il cuore a procurarle dei problemi"
"È stato sempre il cuore a dannarla. Questo doveva essere il suo destino"
"Ultimamente è peggiorata. Non mi stupirei se avesse un'altra crisi. L'ultima volta, un paio di anni fa, se l'è vista brutta"
"Un paio di anni fa, dici? Quando di preciso? Ricordo giusto due anni fa sono stato in paese, è stato quando operarono la prima volta Mazzacane"
"A proposito di Mazzacane. L'altro giorno ho parlato con il maresciallo Molisano e mi ha raccontato delle cose che che non sapevo circa.. mio padre"
"Quando parli di tuo padre ti riferisci a Capuana?"
"E a chi altri sennò?"
"Damiano Capuana non è tuo padre"
"Ormai l'ho capito anch'io. Ma chi è mio padre allora?"
"Non lo so. Non l'ho mai saputo e Filomena non ha mai voluto dirmelo, nemmeno in confessione. Che donna.. e che testa quella Filomena!"
"Ho saputo della faccenda della Scannatora ma vi sono molti punti oscuri. È per questo che sono qui. Voi cosa potete dirmi?"
"Posso dirti molto, tutto su come andarono le cose ma non chi sia tuo padre"
"Non importa, ditemi quello che sapete"
"Capuana fu ingaggiato da Volpicella con il preciso compito di far sollevare i braccianti, gli stessi a cui aveva dato le terre anticipando la Riforma fondiaria. Quelle terre sarebbero state comunque espropriate e così lui lo impedì"
"In che modo? Non capisco"
"Per evitare l'esproprio lui le assegnò ai braccianti ma c'era un vincolo che se questi avessero creato disordini i contratti sarebbero stati annullati"
"E questo ci guadagnava?"
"Non lo so di preciso. So solo che aveva escogitato un piano che poi mise in atto. Doveva quindi disfarsi dei braccianti e per questo assoldò Capuana, un professionista"
"Dove l'aveva conosciuto?"
"Non credo lo conoscesse già. Credo invece sia stato Molisano a suggerirglielo"
"Propabilmente Molisano ne aveva sentito parlare per via dei disordini di due anni prima"

1234567

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 18/04/2011 13:48
    Io ci sono. Pronta per il capitolo seguente
  • Anonimo il 18/04/2011 07:13
    Sempre più avvincente ed articolato... di Gibbì sospettavo qualcosa mentre di Capuana non avevo capito niente. Ma i film sono così... durante la proiezione ci sono i capovolgimenti di fronte... belli i dialoghi diretti, scritti in maniera molto realistica, naturale, senza interruzione, frase dopo frase, proprio come si parla nella vita comune... voglio provarci anch'io a scriverli in questo modo.
    Ora sono curioso di sapere chi è il pdre di Nino e questo Gibbì che ha dei segreti... ciaociao, grande.
    P. S. ti vedo in forma, o sbaglio? 5 stelle, non sono crumiro, io... ahahah... te le meriti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0