PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

29 dicembre

... a volte mi diverto a tenere il telefono fuori posto. l'idea che uno chiama e pensa: è occupato. provo dopo. richiama e pensa:è ancora occupato.. aspetto cinque minuti.
poi, richiama e pensa:ancora? dopo di che, perde la nozione del tempo e il contatto con la realtà, chiama in continuazione e non fa neanche il numero, schiaccia l'asterisco.. così ha una scusa per dirsi: forse ho sbagliato io.
rifà il numero e pensa: e che c...! ecco, quest'idea qui mi diverte molto. è come quando devi andare al bagno e c'è uno che non esce più.
quando il tempo medio di resistenza è passato, e l'aspirante interlocutore rinuncia, lo rimetto a posto.
la maggior parte, rinuncia assai prima che il tempo medio di resistenza sia passato...

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • rosaria esposito il 22/04/2011 21:40
    sì, Angela, fare piccoli dispetti è un modo di autodivertirsi che non costa nulla e non fa male a nessuno... se non alla "vittima".
  • ANGELA VERARD0 il 22/04/2011 21:17
    ha un che di simpatico e dispettoso... ma mi piace, breve incisivo...
  • rosaria esposito il 22/04/2011 17:27
    è che, a volte, i casi della vita fanno in modo che si possa sfruttare il tempo studiando un po' di più la forma mentis humanae, un po' come fanno i non vedenti e i non udenti... e si imparano cose straordinarie.. grazie, gatto mio, una Pasqua come vuole il tuo cuore.
  • Anonimo il 21/04/2011 21:51
    Ammazza, devi essere un'esperta di tempi e metodi!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0