username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Antica-mente 18

Sebbene avesse avuto varie proposte di acquisto per quel piccolo attico sotto le stelle non aveva mai accettato. Lì c'era la parte libera del suo corpo e del suo cuore, lì c'era la pare migliore di sè. Cominciava a capire i sorrisi, le ansie, gli atteggiamenti sereni della mamma, la capì come donna e il suo sguardo correva al telefono. Sarebbe bastato comporre un numero per sentire la voce di Joussef ma, la gioia che la riempiva nell'attesa di lui si offuscò , pensando alle sue partenze e all'abbandono. Pensò al suo papà e chiese forza al suo ricordo di uomo determinato e libero delle sue scelte. Anche Joussef era così anche se le aveva chiesto più volte di seguirlo. Ma lei sentiva quella terra lontana, straniera al suo cuore e temeva di no integrarsi e di non avre valide alternative al suo lavoro. Questi timori Joussef li conosceva ma on aveva mai provato a dissiparli nè proponeva un suo avvicinamento. Le richieste sempre più pressanti di Michele la misero davanti ad una scelta:dire sì a Michele per sempre o affidarsi a Joussef. Riprese a rispondere alle chiamate e spesso succedeva di sentire un silenzioso vuoto e in quel vuoto avvertiva il profumo di Joussef. Il tempo scorreva, le stagioni continuavano la loro corsa, il lavoro con le sue esigenze la riprese, l'avvolse nel solito ritmo frenetico;Michele era lì, presente, silenzioso, in attesa di un suo sguardo, di un sorriso. Talvolta per lavoro cenavano insieme ma, dopo i primi incontri, Michele non le aveva più chiesto un momento d'amore. Gaia avvertiva il desiderio di Michele e il suo corpo non era insensibile ma il pensiero di Joussef era in lei e il suo ricordo non l'abbandonava. Voci le giungevano dai colleghi... ed era il giorno dei suoi 30 anni! Nel periodo di assenza dal lavoro aveva deciso di affrontare un problema che l'assillava e si era sottoposta ad accurate visite mediche, pur ritenendo irrilevante le preoccupazioni della sua amica Giulia.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • ELISA DURANTE il 09/05/2011 06:45
    Riprendo la lettura con piacere
  • Bruno Briasco il 01/05/2011 10:46
    Letta con piacere... ora proseguo nel racconto
  • soffice neve il 30/04/2011 19:40
    e si alberto i guai non vengono mai da soli
  • alberto p il 30/04/2011 14:04
    ho ripreso la lettura del racconto... e leggo che per Gaia oltre ai problemi per l'anima, intravedo problemi anche per il corpo...
  • Anonimo il 28/04/2011 02:50
    Gaia sempre più combattuta dalle sue paure, quell'attico e tutto il suo nido il suo scrigno dove rinchiudersi nei momenti di solitudine e sconforto, Auguro che questo compleanno porti ad una risoluzione nelle scelte di gaia circa il suo futuro, la sua vita, la sua scelta di AMARE... VADO AVANTI
  • Anonimo il 27/04/2011 13:37
    ti prego di non farmi aspettare troppo per il 19

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0