PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Antica-mente 24

Gaia la guardava, spesso con uno sguardo assente, talvolta con occhi curiosi e "sentiva" che ciò che Kishani le diceva apriva un nuovo mondo e arricchiva il suo pensiero. Le sue domande continuavano a martellare nella sua testa e nel suo cuore: perchè quel senso di abbandono che l'accompagnava dalla nascita? perchè aveva rifiutato quel rapporto libero che Joussef le aveva proposto? perchè stava voleva ricostruire il passato dei suoi genitori che avevano scelto la loro vita? Forse qualcosa in lei doveva crescere e quello era il posto in cui il suo cuore sapeva sarebbe cresciuta... al di là del dolore. Kishani, dopo aver letto la sua carta natale, le spiegò che il suo sole in dodicesima casa la rendeva debole nei confronti delle figure maschile importanti della sua vita:suo padre e poi Joussef;il suo ascendente in leone congiunto con mercurio e Plutone, in trigono a Giove in ariete le davano la forza necessaria per essere libera e credere nelle sue qualità;che la luna in sagittario in quinta casa arricchiva di sensualità la sua femminilità ma la voleva libera da legami. Ora, per i suoi 33 anni, Kishani le consigliava di studiare, meditare, cercare in sè e fuori di sè le capacità di ascolto, di sensibilità, di amore che fino a quel momento aveva repressi. La dolcezza di Gaia rendeva facile il rapporto con altri che condividevano quei momenti d crescita. Lentamente si affievolisce il desiderio dell'alcol e delle sigarette;Gaia respira l'aria limpida che la circonda, fusa al profumo di sandalo e a quello dell'achillea, il cui infuso, le ricorda il profumo di Joussef sulle sue labbra. Trascorsero sei lunghi mesi di allontanamento dal lavoro. Quinto e Giulia continuavano ad incontrarla e notavano i suoi lineamenti più sereni e ascoltavano attentamente i suoi discorsi su ciò che stava studiando. Il loro stupore fu tanto quando comunicò che non intendeva riprendere il lavoro, che rimaneva tra quelle colline, dove con l'aiuto di Kishani stava studiando ed approfondendo con disciplina quotidiana l'espansione del kriya yoga, e forse, un suo segreto desiderio mai espresso si stava concretizzando.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 24/05/2011 19:40
    Incomprensibile per me questa materia, fermo restando, felice per Gaia che riprende interesse alla vita, verso un futuro di nuove albe...
  • soffice neve il 13/05/2011 08:44
    grazie elisa... Gaia ha intrapreso una strada che è stata lunga e forse ancora non si è conclusa... però è la vita... un abbraccio
  • ELISA DURANTE il 13/05/2011 08:36
    Gaia sta intraprendendo una strada di evoluzione molto importante.
    Ti riporto un pensiero non mio: "Una persona che sta veramente evolvendosi non è un individuo con capacità intellettuali e memorie di preghiere o scritture. Una persona spirituale non è nemmeno una persona che esegue rituali ripetitivi senza conoscenza e consapevolezza. Una persona spiritualmente illuminata è uno che attiva tutto il cervello usando la neocorteccia per unire la conoscenza filosofica con la memoria esperienziale del cervelletto cosicché il pensiero genera l'azione, e in definitiva manifesta uno stato d'essere. Quando arriviamo a questo stato, indipendente dal feedback del nostro corpo, dal feedback del nostro ambiente e dalla schiavitù del tempo, siamo veramente evoluti. "
    P. S. Refuso nel titolo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0