PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Una parabola mia

Ci sono due uomini, i loro nomi poco contano. Uno, dopo aver lavorato più del solito, per qualche euro in più, sulla statale che collega un punto d'Italia con una metropoli del Nord, stanco morto si ritira a casa, ha appena la forza di dare un bacio a sua moglie e a suo figlio e si addormenta con il primo boccone in bocca di una misera cena. L'altro, lo sfruttatore, fresco fresco a casa ritornando, e con una mazzetta di euro in più, senza nemmeno baciare la moglie e la figlia, le prende, le infila in macchina e al migliore ristorante consumano una cena da Pascià. Ma chi realmente è il più ricco secondo Voi?

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Massimo Bianco il 22/05/2011 10:05
    Ahinoi la civiltà umana è questa, che piaccia o no a te e agli altri commentatori, il più ricco è lo sfruttatore: si gode la vita, lui, non soffre e nella realtà non "parabolica" non bacia moglie e figli solo perchè non fa in tempo, sono prima loro due a sommergerlo di baci, felici per la bella vita che gli fa fare, poi vanno tutti e tre a fare la cena da pascià e ne sono soddisfatissimi e pensano "grazie, coglione sfruttato per la ricca cena che mi hai appena procurato, il lavoro nobilita l'uomo imprenditore, alla faccia del lavoratore."
  • Michele Rotunno il 17/05/2011 20:15
    Non ho alcun dubbio in proposito, conosco e apprezzo i tuoi lavori, pur non essendo un assiduo commentatore
  • Don Pompeo Mongiello il 17/05/2011 18:19
    Visto che lo vuoi, pur non tenendoci. Sappi che io appartengo al primo
  • Michele Rotunno il 17/05/2011 18:13
    Il mio commento è retorico. Scontato che sia il primo il più ricco ma l'ipocrisia sta nel saperlo, nel dirlo ma poi non comportarsi di conseguenza.
    Giusto per non creare equivoci con il mio commento precedente.
  • Michele Rotunno il 17/05/2011 11:09
    Chi non è tanto ipocrita da ammetterlo.
  • ELISA DURANTE il 17/05/2011 08:56
    Bella parabola. Considerazioni quotidiane, purtroppo...
  • Anonimo il 17/05/2011 06:29
    Don... non te lo dico chi è il più ricco perché già lo sai ed io la penso come te. E ammiro la tua voglia di dirle, le cose. Sono anch'io come te con un problemino: se comincio non mi fermo più. ciaociao, molto apprezzato questo pensiero.
  • Donato Delfin8 il 16/05/2011 20:12
    i loro padroni Don

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0